L'archetto e il pizzicato di Renaud Garcia Fons

Alla rassegna Lessiniafest il “Paganini del Contrabbasso”

Domenica 19 luglio, alle 15, la rassegna itinerante LessiniaFest si trasferisce nell’auditorium di faggi della Lessinia trentina. La radura ombreggiata del Bosco de La Regina ad Ala (Trento), con le fronde dei suoi alberi secolari, si trasforma in palcoscenico naturale per il concerto del contrabbassista Renaud Garcia Fons

Musicista eclettico e raffinato compositore, è stato definito dalla critica il “Paganini del contrabbasso” per l'ineguagliabile virtuosismo alle prese con questo strumento che egli stesso ha modificato in cinque corde, anziché le normali quattro, per allargare la tessitura dei suoni e per riuscire ad avventurarsi agevolmente tra jazz, musica classica e world music. 

Scelta che ha rivoluzionato completamente la visione del contrabbasso, che ha iniziato a suonare quando era ancora adolescente, sotto la guida del maestro siriano Francois Rabbath, continuando poi con curiosità a valorizzarne le infinite possibilità fino a trovare un personale stile.

Nato e vissuto in Francia, Renaud Garcia Fons ha in realtà radici catalane: ecco l’origine dell’influenza della tradizione spagnola nelle sue note. Nei suoi progetti musicali alterna infatti, con ineguagliabile espressività, l'uso dell’arco e il percussivo “pizzicato”, proponendo brani di sua composizione nei quali esplora i suoni provenienti da varie parti del mondo: dall’Andalusia all’America Latina, passando dall’India e attingendo dal repertorio arabo. 

Una matrice prettamente mediterranea che a volte sfocia in alcuni rinvii alla musica di estrazione classica e che gli permette inoltre di spaziare dall’improvvisazione ai rigorosi temi, sempre con dimestichezza tecnica e un inflessibile controllo stilistico.

Si giunge al faggio de La Regina soltanto a piedi in circa trenta minuti da Sega di Ala, lungo la strada che domenica sarà chiusa al traffico a partire dalle 10. In venti minuti a piedi si scende invece da Passo Fittanze, al confine tra la provincia di Trento e Verona, lungo la cosiddetta Strada dei Ladri. Alle persone con ridotta mobilità è consentito arrivare in automobile.

Ingresso libero. In caso di maltempo il concerto si terrà alle 16 nel Teatro Sartori di Ala. 

All'evento è abbinata l'escursione guidata Camminaparco, della durata di 4-5 ore, tra le malghe e il bosco de La Regina. Ritrovo alle 9.30 al parco giochi di Sega di Ala (per informazioni, telefono 329 4232157).