La Verona dei Ponzio Pilato

Uno dei grandi protagonisti del periodo pasquale è Ponzio Pilato, colui che della sorte di Gesù se ne lava le mani. Il personaggio è perfettamente calzante nel momento in cui ci siamo riproposti di ritornare sul tema delle "antenne selvagge" denunciate nella puntata di Report dell'11 ottobre 2015.
Sono trascorsi più di 5 mesi ma da allora nulla di nuovo  si conosce.  

Non fiata nessuno. Non fiata la Soprintendenza che dovrebbe garantire l'integrità dei monumenti protetti, non lo fa nemmeno chi dovrebbe garantire il rispetto della libera concorrenza, non lo fanno gli organi politici ed amministrativi cittadini. E la magistratura?

Allora ne parliamo noi di Radio Popolare Verona, noi che non abbiamo padroni, noi che non guardiamo in faccia nessuno, noi che ne abbiamo le tasche piene di assistere alle comunelle, agli intrallazzi, ai silenzi complici, ai sotterfugi del decantato "sistema Verona".
Noi, ”siamo solo noi…”

Il nostro ragionamento è molto lineare e semplice, scandalosamente semplice: se la Seconda Torretta Massimiliana è monumento protetto, le antenne lì  posizionate, devono essere tolte.
Semplice e banale, no?

Se la legge non ammette l'ignoranza, nessuno può fingere di non sapere, nessuno può giocare allo scaricabarile. Nessuno può dire “io non lo sapevo”.
Semplice e banale, no?

Nulla di tutto questo. Verità e Giustizia, in  Italia, hanno velocità diverse. Verità e Giustizia spesso sono ferme al palo.

Ho l’impressione che ancora una volta ci siano troppi interessi in ballo, primo fra tutti le elezioni del prossimo anno.  Nessuno vuole inimicarsi le 40 e più testate giornalistiche che hanno salde antenne imbullonate nel monumento protetto della Seconda Torre Massimiliana.  Almeno non prima dell’esito elettorale delle prossime amministrative. Nemmeno dopo, non si sa mai. La politica, dunque tace e le testate coinvolte cadono dalle nuvole….

Chiariamo subito una cosa: Radio Popolare Verona non ambisce ad imbullonare una propria antenna lassù, a S. Giuliana, anche se la cosa ci farebbe dannatamente comodo e ci risolverebbe molti problemi. Noi vogliamo far ripristinare la legalità a Verona. Sindaco, Procuratore Generale, Soprintendente… pensate sia possibile oppure ci volete proporre il modello “Ponzio Pilato”?