La regione Veneto sostiene l'accesso alle università

42 milioni di euro approvati per l'anno accademico 2016-2017 per il piano di interventi per il diritto allo studio universitario. 32 milioni saranno riservati alle borse di studio.
Le matricole del primo anno avranno accesso a borse di studio, alloggi universitari e pasti delle mense universitarie solo in base alle condizioni economiche del proprio nucleo familiare.
L'assessore all'istruzione e all'università spiega che quest'anno si alzano le soglie di reddito, per allargare la platea dei beneficiari, ma si assicurerà anche più equità, grazie all'introduzione degli indicatori Isee e Ispe, certificati dai Caf.
Dal secondo anno di iscrizione, gli studenti per accedere ai benefici dovranno dimostrare anche di essere "capaci e meritevoli", in base a voti e crediti conseguiti.
Nei mesi estivi sarò bandito il concorso per l'anno accademico 2016-2017.
La domanda di partecipazione dovrà essere compilata esclusivamente online, sui siti istituzionali dell'Università che lo studente frequenta.