La nuova stagione del Teatro Laboratorio all’Arsenale con l'esplosivo debutto del 17 ottobre

Il 17 ottobre prossimo s’inaugura la stagione del Teatro Laboratorio all’Arsenale. Stagione come sempre molto varia ed articolata che abbraccia prosa, musica ed eventi vari con un occhio particolare alla drammaturgia italiana contemporanea. Una stagione portata avanti coraggiosamente visto che  non gode di alcun contributo ed è completamente finanziata dal Teatro Scientifico.

Happy - Felici insieme, una festa musicale/culturale che l'11 ottobre sarà una preview sulla stagione coinvolgendo adulti e bambini in un percorso interattivo ed emozionale sui temi dell’ascolto e della felicità con Chiedo Asilo Verona e Associazione Vivi in Europa,

Il vero inizio della stagione sarà il 17 ottobre alle 21.00 con il debutto esplosivo della nuova produzione del Teatro Scientifico “La bambola” e “La putana” di Vittorino Andreoli, diretto e interpretato da Isabella Caserta e Francesco Laruffa.
Due atti unici mai rappresentati del celebre psichiatra Vittorino Andreoli, che scoprono l'io recondito e lo svelano nella sua crudezza per capire il disagio, la malattia, la realtà smascherando l’ipocrisia con un linguaggio non edulcorato e privo di censura.

Tra i numerosi appuntamenti una novità è la rassegna Comicus, con I giovedì del cabaret, a partire dal 6 novembre, che vorrebbe recuperare quel cabaret graffiante e trasgressivo, che fa ridere ma anche pensare, in voga negli anni ruggenti. Un microfono, un faro e mille storie da raccontare: acide, trasgressive, fastidiose, divertenti, amare, bastarde al punto giusto.

Uno spazio particolare è riservato anche ai più piccoli con L'Arsenale dei bimbi a partire dal 9 novembre con Peter Pan - Un sorriso... una fata.

Nella sala del TL molti gli artisti e le compagnie che si avvicenderanno. Ricordiamo “Kalavrita delle mille Antigoni” di Charlotte Delbo, appena tradotto in Italia; “Sì l’ammore no” con Daniele Timpano/Elvira Frosini, finalista Premio Dante Cappelletti; “Quando soffia il libeccio” che racconta la storia del brigante Domenico Tiburzi (“il re della Maremma”); “Deliri - uno studio” di Antonella Moscati, regia e drammaturgia di Tommaso Rossi; “2 (DUE)”, con Licia Lanera,  Compagnia Fibre Parallele,  spettacolo vincitore del primo premio Fringe/ L’Altro festival al 18° Festival Internazionale del Teatro di Lugano in Svizzera; “Amleto?”, uno spettacolo di Macelleria Ettore in coproduzione con E45 Napoli Teatro Festival 2013| Fondazione Campania dei Festival; “I mercanti del tempio” di e con Marco Campedelli, Teatro Mondo Piccino-Compagnia Nino Pozzo; “La vecchia patente di mio padre” di Claudio Boccaccini che ricorda Salvo D'Acquisto; “ Umanità. Libro I” di Silvia Girardi con Silvia Girardi e Sara Rosa Losilla, attrice spagnola che per anni ha recitato con la Fura dels Baus.

Da segnalare anche Pasoliniana Progetto Brockenhaus, una performance itinerante dedicata a Pier Paolo Pasolini e alla sua filmografia a conclusione del Laboratorio che si terrà ad aprile diretto dalla coreografa/danzatrice Elisabetta di Terlizzi.

E ancora tanti altri appuntamenti tra cui la ripresa del fortunato spettacolo Orgia di Pier Paolo Pasolini, diretto e interpretato da Isabella Caserta e Francesco Laruffa.

Il programma completo è consultabile sul sito www.teatroscientifico.com.
Info e prenotazioni 045/8031321 – 3466319280 – info@teatroscientifico.com