La Carovana Internazionale Antimafia arriva in Veneto

8 tappe in 8 differenti città con altrettanti eventi

Nei giorni 1, 2 e 3 settembre, dopo un lungo giro che l'ha portata attraverso l'Italia e l'Europa, arriva in Veneto la Carovana Internazionale Antimafie 2015; coopromossa fin dal 1994,  da Arci insieme a Libera, Avviso Pubblico, Cgil, Cisl e Uil.
Un progetto nato per sperimentare nuove forme di partecipazione, per favorire dinamiche di coesione sociale e di produzione di beni relazionali. Dal 2004, la Carovana Antimafie è diventata un evento internazionale. Oggi si avvale anche del sostegno di Ligue de l’Enseignement.

Nel 2015 ancora e di nuovo in viaggio per rafforzare l'impegno, volto a costruire una società alternativa alle mafie. Le mete di questa edizione sono le periferie. Luoghi che per definizione sono “esterni a qualcosa”, “marginali”, lontani dal centro.

Carovana antimafie ha scelto sin dalla sua prima edizione, nel 1994, di non separare il concetto di legalità da quello di giustizia sociale, poiché ogni forma di rispetto delle leggi richiede in primis la sostanza di una concreta adesione di queste ai valori costituzionali. Solo in questo modo è possibile garantire la dignità umana, l’utilità sociale, l’uguaglianza sostanziale.

Carovana antimafie, fedele alla sua storia, intende sconfinare nei non luoghi sentendoli come luoghi, cercare e animare gli anticorpi alle mafie nei territori. Per farlo sarà necessario conoscere i codici di ciascuna periferia, perché non basta lambirla, ma bisogna attraversarla lasciandosi contaminare e introducendo segnali forti e chiari di lotta e di resistenza.

Un lungo viaggio  che attraversa il territorio che vuole anche portare solidarietà a coloro che in prima fila operano per la legalità democratica e la giustizia sociale, per dare opportunità di crescita sociale, per sensibilizzare le persone affinché tengano alta la tensione antimafia, per promuovere impegno sociale e progetti concreti.

Il programma dettagliato delle tappe venete:

Martedì 1 settembre

Ore 10.00 a Piove di Sacco, presso la Sala consiglio comunale, a Palazzo Japelli,  incontro dal titolo “IL VOLTO ECONOMICO DELLE MAFIE. La cultura della legalità, il contrasto alla corruzione, l’etica della responsabilità nel mondo del lavoro, delle imprese e del terzo settore: come lo spieghiamo ai giovani?” Per Avviso Pubblico sarà presente il Coordinatore Regionale e Sindaco di San Donà di Piave, Andrea Cereser. Saranno inoltre presenti: Davide Gianella, Sindaco di Piove di Sacco, Elena Livieri, Giornalista de Mattino di Padova, Alessandro Naccarato, Deputato, Roberto Crosta segretario CCIAA di Venezia/Rovigo.

Ore 15,00 a Campolongo Maggiore (Venezia), presso la Ex Villa Maniero, bene confiscato alla mafia del Brenta. Si parlerà dei beni confiscati in giro per l’Italia a cura di Carovanieri. Belle storie per un futuro migliore. Con la presenza di Alessando Campalt, Sindaco di Campolongo Maggiore.

Ore 20.00 a Mestre Venezia, presso Forte Marghera, "CENA DELLA LEGALITÀ" con la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni e della società civile.

Mercoledì 2 settembre

Ore 10.00 a Rovigo manifestazione “La periferia Dimenticata. Il lavoro che manca, il lavoro illegale, lo sfruttamento”  in piazza Garibaldi, alle ore 10,00.

Ore 16.30 a Salvaterra di Badia Polesine, presso Villa Valente Crocco, si svolgerà un aperitivo antimafiadal titolo “Rimettiamo i piedi a Salvaterra. Ci siamo sul serio”.

Ore 21.00 a Legnano, in Piazza,  concerto della legalità.

Giovedì 3 settembre

Ore 10.30 a Lusiana, in provincia di Vicenza, presso la Sala Comunale, si svolgerà l’incontro “L’etica della responsabilità per la salvaguardia del bene comune” con la presenza del Sindaco, Antonella Corradin.

Ore 18.00 a Treviso, presso la loggia dei Capitani, presentazione del libro di Renzo Mazzaro “Veneto Anno Zero”.

Maggiori informazioni sul sito dedicato alla Carovana Internazionale antimafie 2015.