La bastarda di Istambul, dal capolavoro di Elif Shafak con Serra Yilmaz

In scena per la rassegna L'Altro Teatro La bastarda di Istambul, spettacolo prodotto da Pupi e Fresedde - Teatro di Rifredi, tratto dall'omonimo romanzo di Elif Shafak con Serra Yilmaz  per la regia di Angelo Savelli.

È il decimo attesissimo appuntamento martedì 7 marzo al Teatro Camploy alle 20:45 della rassegna organizzata dal Comune di Verona in collaborazione con Arteven (Circuito Teatrale Regionale), con Ersilia Cooperativa e con EXP.
Interpreti della pièce con Serra Yilmaz, Valentina Chico, Riccardo Naldini, Monica Bauco, Marcella Ermini, Fiorella Sciarretta, Diletta Oculisti ed Elisa Vitiello.

Elif Shafak, indiscussa protagonista della letteratura turca, è una grande conoscitrice del passato e una profonda osservatrice del presente del suo Paese. Il suo romanzo La bastarda di Istanbul, campione di vendite in tutto il mondo, tradotto in più di trenta lingue, ha per tema centrale quel buco nero nella coscienza della Turchia che è la questione armena.

La bastarda del titolo è la giovane Asya. Nessuno nella sua casa di Istanbul – un gineceo popolato di mamme, zie e nonne –  le sa dire o le vuole dire chi sia suo padre. L'unico uomo di casa, lo zio Mustafà, è da tempo emigrato in America dove ha sposato Rose, un’americana divorziata da un immigrato armeno (discendente da una famiglia scampata all'eccidio del 1915) da cui ha avuto una figlia, Armanoush. Quando, all’età di diciannove anni, la figlia di Rose decide di andare di nascosto a Istanbul per ritrovare le proprie radici armene e conosce la cugina Asya, la sua famiglia e i suoi amici, si accorge che l'odio ancestrale tra turchi e armeni si può superare. Un segreto lega infatti la Turchia all'Armenia, i turchi agli armeni, Asya ad Armanousch. Un segreto – che non verrà svelato – che ha l'aspetto di un'antica spilla di rubini a forma di melagrana.

Nata ad Istanbul nel 1954, Serra Yilmaz  esordisce nel cinema nel 1983 come interprete del film Sekerpare di Atif Yilmaz. Nel 1987, grazie al film Albergo Madrepatria di Omer Kavur, arriva al successo internazionale e diventa una delle più apprezzate attrici turche. Dal 1988 al 2004 è attrice di punta del Teatro Municipale di Istanbul. Nel 1999 interpreta Harem Suare, il secondo film di Ferzan Ozpetek, regista del quale diventa attrice-icona interpretando anche i successivi Le fate ignoranti, La finestra di fronte e Saturno contro, tutti film di grande successo. Dal 2004 al 2015 è stata la protagonista dello spettacolo-cult L'ultimo harem di Angelo Savelli ispirato alle Mille e una notte.

Prezzi biglietti: intero € 14,00 - ridotto over 65 € 12,00 - ridotto under 30 € 10,00
Info: tel. 0458008184-0458009549

Serra Yilmaz, La bastarda di Istanbul, ph E. Gallina