Interzona Goes to... Barlumi 2018. La rassegna di documentari al via il 29 agosto con "Last men in Aleppo"

Last men in Aleppo

Interzona Goes to... Barlumi 2018 - Rassegna di documentari

BARLUMI - Pellicole ad alta contaminazione - EDIZIONE 2018

Mercoledì 29 Agosto
Last men in Aleppo
regia di Feras Fayyad, Steen Johannessen (DNK/SYR, 2016, 90')
proiezione in lingua originale con sottotitoli
aperitivo con musica h. 19.30 - 21.00
proiezione h. 21 circa
in collaborazione con/presso ANPI Verona
nel giardino del circolo in Via Cantarane 26
Entrata a offerta libera, evento aperto al pubblico

IL FILM
Last Men in Aleppo
Nessuno più dei Caschi Bianchi presenti ad Aleppo ha chiaro il costo umano della guerra civile in Siria. Il regista Fayyad, arrestato e torturato dal regime di Bashar Al Assad nel 2011, è tornato in Siria nel 2017 e ha girato il film-documentario Last Men in Aleppo che, candidato agli Oscar e agli Emmy 2018 e vincitore del Sundance 2017 e degli Spirits Award, segue i volontari Khaled, Mahmoud e Subhi. Sempre tra i primi ad arrivare in città quando bombardamenti e devastanti attacchi terroristici spingono la popolazione sull'orlo del collasso, cercano instancabili tra le rovine degli edifici crollati i sopravvissuti e coloro che invece non ce l'hanno fatta.

----------

LA RASSEGNA

Barlumi - Pellicole ad alta contaminazione 
Un ciclo di documentari all'aperto, nato a Giugno 2017 come collaborazione tra Interzona e altre associazioni per interrogarsi sul modo in cui contaminiamo lo spazio che ci ospita - e ne veniamo a nostra volta contaminati.
Nel 2018 Barlumi cambia stagione e si sposta a fine estate.

Interzona Goes To... è il nostro viaggio alla ricerca di una sede: a ogni sosta, le contaminazioni reciproche tra l'associazione, lo spazio ospitante o co-produttore e i partecipanti sono preziose fasi di ricerca verso la definizione di una nuova identità.

PROSSIMI APPUNTAMENTI della rassegna di documentari BARLUMI:

Mercoledì 05/09
Manifesto
(Julian Rosefeldt, AUS/DEU, 2015, 94')
In collaborazione con Circolo ANPI Verona
Il Manifesto del Partito Comunista raccontato da un senza tetto, i motti dadaisti recitati da una vedova a un funerale, il Dogma 95 descritto da una maestra ai suoi alunni e così via. 13 personaggi diversi: ogni personaggio uno scenario, ogni scenario un movimento celebrato attraverso intensi monologhi. A dare corpo a queste parole una sola attrice: Cate Blanchett. Il film, diretto da Julian Rosefeldt, è un omaggio alla tradizione e alla bellezza letteraria dei manifesti artistici e una riflessione sul ruolo dell’artista nella società di oggi.

Mercoledì 12/09
Matti da slegare (Marco Bellocchio, Silvano Agosti, Sandro Petraglia e Stefano Rulli, IT, 1975, 140’)
Sono passati quarant’anni dalla “legge Basaglia”: la prima al mondo a decretare la chiusura dei manicomi, ha dato una svolta alla concezione della malattia mentale. Il film documentario diretto da Marco Bellocchio, Silvano Agosti, Sandro Petraglia e Stefano Rulli, è stato girato all'interno dell'istituto psichiatrico di Colorno in provincia di Parma per sottolineare l'intento dello psichiatra Franco Basaglia di non emarginare i malati mentali in ghetti costrittivi, e creare nuove forme di assistenza psichiatrica. Il film è ”uno dei pochi esempi davvero convincenti di cinema militante italiano, capace di sviscerare il tema della "pazzia" con un'analisi reale [...]” (Paolo Mereghetti , "Dizionario dei film", Baldini Castoldi Dalai, 2001).

L'entrata è sempre a offerta libera e gli eventi sono tutti aperti al pubblico

 

Associazione Interzona APS - Verona
www.izona.it