Interzona cerca casa

Dopo lo “sfratto” dalla sede storica presso i Magazzini generali di Verona (dal 1992 nell'edificio n. 10 prima e nell'edifico n. 22 poi), l'Associazione Interzona è in cerca di una nuova sede per ospitare gli eventi culturali che da sempre hanno contraddistinto la sua proposta di qualità. Da novembre 2016, infatti, la Fondazione Cariverona, proprietaria degli spazi dei magazzini, ha deciso di rientrarne in possesso, mettendo un freno ad un quarto di secolo di lavoro culturale.

Nella ricerca di una sede nascono contaminazioni con altre realtà cittadine e collaborazioni temporanee. In quest'ottica, sabato 24 giugno Interzona è approdata alla Dogana di fiume dei Filippini, ospite del Canoa Club Verona, per proporre Surgelati, una performance per parole e musica, che ha visto per protagonisti Wu Ming 2 e la band Contradamerla. Non uno spettacolo, non un concerto, non un reading, ma di un mix di tutto questo.

La storia che Wu Ming 2 interpreta dal microfono è quella di un ragazzo curdo in fuga dall'Iraq, che arriva in Italia nascosto in un camion di surgelati.

Il tragitto, composto di un concatenarsi di segmenti, gli incontri, gli amici lasciati a casa, l'arrivo in Italia sognando l'Inghilterra (la terra che doveva essere la destinazione finale, per la quale era stato pagato il prezzo del viaggio), la degenza in ospedale, l'incontro con l'interprete e le assistenti per la richiesta di asilo... Il racconto e la musica hanno sonorità monocorde, quasi ipnotiche, forse per sottolineare il senso di estraneità che pervade il personaggio e la precarietà della sua storia.

Il pubblico c'è, risponde al richiamo di Interzona, si accomoda beneficiando oltre che della presenza di Wu Ming, del fresco del fiume e del fascino del luogo.

I prossimi appuntamenti di Interzona, nella dimensione nomade cui è costretta, saranno cinematografici: la rassegna Barlume – pellicole ad alto contaminazione prevede tre appuntamenti presso la sede dell'A.N.P.I. di via Cantarane (28 giugno/5 luglio/12 luglio) e due nel giardino di Palazzo Bocca Trezza (19 luglio/26 luglio).

Roberta Camerlengo