Imparare l'inglese a teatro

One green apple, two yellow pears, three purple plums, four red strowberries. E It’s a bow without arrow, what is it? The rainbow! Queste e tante altre parole inglesi sono il dizionario di Il bruco mangiatutto, spettacolo per i ragazzi di Fondazione Aida liberamente ispirato a Il piccolo bruco mai sazio di Eric Carl, che sarà presentato il 14 luglio alle 21.15 presso il Centro culturale 6 maggio 1848 (via Mantovana 66, Verona). L'evento è il secondo appuntamento di La città dei ragazzi, rassegna organizzata da Fondazione Aida e IV circoscrizione del Comune di Verona.

Allestito con Pingu's English, Il bruco mangiatutto ha l'obiettivo di avvicinare i bambini alla lingua inglese fin dalla tenera età. Attraverso giochi, filastrocche e indovinelli impareranno alcune semplici parole. “Per tutta la durata dello spettacolo - spiega Nicoletta Vicentini, regista di Fondazione Aida - i piccoli spettatori saranno invitati a partecipare e interagire con le due attrici, Marina Fresolone e Lara Finadri, aiutandole nell’avventura, suggerendo parole in inglese e soluzioni nel racconto”. “Lo spettacolo - conclude Vicentini - è ricco di spunti didattici propedeutici alla lingua inglese per i più piccoli. Impreziosito da simpatici pupazzi, canzoni e balletti lo spettacolo pone l’accento su come imparare un’altra lingua possa diventare un gioco, dove divertimento e apprendimento vanno a braccetto insieme”.

Un piccolo uovo inizia a rotolare e rotolando, rotolando arriva in un Paese lontano: l’Inghilterra. L’uovo per fortuna non si rompe, ma qualsiasi cosa ne uscirà sicuramente non conoscerà l’inglese. Come fare? L’impresa sembra impossibile, ma con l’aiuto dei bambini tutto si risolverà per il meglio. La sorpresa è grande quando dall’uovo esce un piccolo bruco che vuole mangiare tutto ciò che incontra, anche se non ne conosce il nome. Mangia veramente di tutto: dolce al cioccolato, gelato, cetriolo, formaggio, salame, lecca-lecca, pandolce, anguria e persino alcuni oggetti. Incontrerà altri animali con cui condividere prove e avventure. Alla fine i bambini convinceranno il bruco a entrare nel bozzolo e, come per magia, uscirà trasformato.

I prossimi appuntamenti della rassegna: 21 luglio Il piccolo principe, e il 28 luglio Pinocchio. Viaggio tragicomico per nasi.

La rassegna è stata organizzata con il contributo di Consorzio Z.A.I. Interporto Quadrante Europa, Agsm, Unicredit e Amia. Biglietti: ingresso gratuito fino ai 10 anni, unico 4 euro. La biglietteria apre un’ora prima dell’inizio dello spettacolo. Info: Fondazione Aida: 045 8001471 / 045 595284 - fondazione@f-aida.it - www.fondazioneaida.it