Il sindaco telecamere&pistole

Il Comune di Verona ha stipulato un nuovo accordo con Sicuritalia per tenere sotto controllo alcune aree verdi della città. Da questo mese è infatti una guardia giurata, armata, pattuglierà zone “sensibili” della città. Per il sindaco Flavio Tosi ed il comandante dei Vigili Urbani, Altamura, tra le zone maggiormente problematiche sotto il profilo della sicurezza ci sono i Bastioni, i giardini di Piazza Pradaval e Piazza Brà. Il servizio, operativo da questo mese, coprirà l’orario 15-23 e costerà ai cittadini veronesi 300 mila euro all’anno.

Sicuritalia è l’azienda di vigilanza a cui era, ed è affidato pure il controllo del museo di Castelvecchio da cui il 19 novembre del 2015 vennero rubate 17 opere, tutt’ora nelle mani del capo ucraino Poroshenko.

Il 22 marzo 2016 il sindaco annunciò  l’intenzione affidare all’avvocato Claudio Consolo l’incarico di “ intentare causa a Sicuritalia, che ha la responsabilità piena e totale del mancato intervento di controllo”.

Anche in questo c’è una logica.

Anche in questo c’è una logica.

Agostino Mondin