Il ring delle foibe

Ieri si ricordava il dramma degli esuli istriani e delle foibe. Una giornata importante lasciata a se stessa e con un immenso vuoto istituzionale attorno.

Il dramma delle foibe riguarda tutti, italiani ed ex jugoslavi. Tutti, in Istria, hanno utilizzato le foibe, comunisti e fascisti. Già questo dovrebbe essere elemento per costringerci  ad affrontare la storia e cominciare a fare i conti con questo passato ingombrante pieno di paure, orrore, ideologie e rancori mai sopiti. Ma fare i conti con il passato non sembra essere uno sport nazionale molto praticato.

Non abbiamo mai fatto i conti col fascismo e non abbiamo fatto i conti nemmeno con il dramma istriano.

Una cosa però è certa, non ci faremo dare lezioni di storia, diritti e democrazia da chi si rifà alle ideologie neofasciste, fuorilegge in Italia, che sono una componente importante di quanto è successo, anche in Istria.

E per un istante lasciamo da parte le ideologie e le strumentalizzazioni di chi pensa agli ex istriani come ad un serbatoio di voti per le prossime future elezioni politiche.

Agostino Mondin