Il fondatore del Movimento per la Decrescita Felice, Maurizio Pallante a Verona

Venerdì 4 dicembre a Verona, Maurizio Pallante, fondatore del Movimento per la Decrescita Felice, presenterà e approfondirà il testo papale “Laudato Sii. Sulla cura della casa comune”, evidenziandone gli aspetti in comune con i valori del Movimento. La nuova Enciclica di Papa Francesco,infatti, è un documento straordinario per la sua capacità di intercettare i problemi globali che riguardano anche l’Italia del nostro tempo.

«Papa Francesco analizza le cause e gli effetti dei più gravi problemi ambientali con un'accuratezza scientifica che non trova riscontri in nessun altro documento firmato da un leader politico o religioso. Tuttavia è riduttivo considerarla un testo ecologista, perché la crisi ecologica viene analizzata come la manifestazione di una più grave crisi di civiltà che sta causando sofferenze sempre maggiori non solo alla specie umana, ma a tutte le specie viventi». Così Maurizio Pallante commenta la straordinarietà della recente Enciclica papale che tanto scalpore e interesse ha suscitato in molte aree della società civile e politica.

Con quest’Enciclica la decrescita riceve per la prima volta un riconoscimento della massima autorevolezza morale – aggiunge Pallante - e viene indicata come la condizione indispensabile per realizzare, in questa fase della storia, la pulsione all’eguaglianza insita nell’animo umano.

L’ambiente, sottolineano sia Papa Francesco che Pallante, è la risorsa dalla quale ripartire per costruire consapevolmente e necessariamente una nuovo modello economico e sociale. «Non bastano le riflessioni scientifiche sulla gravità della crisi ambientale per cambiare l’atteggiamento predatorio nei confronti della Terra. La conversione principale da fare è relativa al sistema dei valori che orientano le nostre scelte di vita. Occorre superare il materialismo e recuperare la dimensione spirituale, che è parte integrante degli esseri umani», conclude Pallante.

L’incontro di venerdì, organizzato dal Movimento per la Decrescita Felice di Verona, sarà un momento importante di riflessione per il futuro del nostro tempo e del fare politica.

Appuntamento alle 18,30 nella sala conferenze "Caduti di Nassirya" del Centro Culturale “6 maggio 1948” in via Mantovana 66 a Verona.