Il carbone... una passione lunga trent'anni e più

Accesa da lunedì 5 maggio la Carbonara di Giazza, Ljetzan, paesino cimbro dell'alta Val d'Illasi.
Cotechino, salame, polenta, pane, vino e caffè accompagnano da oltre 30 anni il rito dell'accensione.
Nello Boschi e famiglia tengono viva una tradizione che in questi luoghi per molti anni e per molte persone ha significato una importante risorsa economica. Ora il carbone non viene più prodotto per la vendita ma per contribuire al mantenimento di una cultura e d una tradizione culturale che vede come punto di riferimento l'Osteria Ljetzan, gestita da Giorgio Boschi, figlio di Nello.
Il territorio offre erbe, frutti, funghi e pesci, le trote, fiore all'occhiello della cucina in cui è prassi l'utilizzo del carbone autoprodotto secondo tradizioni centenarie. L'Osteria è pure segnalata da Slow Food.
Per chi volesse seguire lo svolgersi delle operazioni della Carbonara, www.osterialjetzan.it.