Il Bisato d’Oro 2014

Riceviamo (e pubblichiamo) da Ugo Brusaporco, il critico veronese fondatore  insieme a Claudio Maleti del Premio Bisato d'oro della Critica Indipendente, le motivazioni delle assegnazioni dei premi dell'ottava edizione del premio
Il Bisato d'oro, lo ricordiamo, ha lo scopo di valorizzare il rapporto tra la Mostra del Cinema e la comunità del Lido.
I premi quest'anno sono stati consegnati al Lido di Venezia, il 5 settembre scorso dallo stesso Brusaporco alla presenza della giuria internazionale.

Motivazioni

A Simone Massi per il film di animazione  L’ATTESA DEL MAGGIO, capace di far rivivere in modo personale, poetico e  drammatico, figure e paesaggi della memoria contadina e resistenziale del Novecento, anche grazie ad una serie di efficaci e coinvolgenti effetti visivi e sonori.

Menzione speciale della Giuria al documentario ANIMATA RESISTENZA di  Francesco Montagner e Alberto Girotto, per l’attenzione al paesaggio e per la sensibilità dimostrata nell’illustrare le radici (in senso non solo metaforico) del percorso creativo e artistico di Simone Massi.

A Tatti Sanguineti il Bisato d’oro come personaggio più rappresentativo di Venezia 71, per la vivacità dimostrata nel dare corpo e volto ad un felice connubio di spirito critico, provocazione intelligente  e capacità di rendere viva e dinamica la memoria materiale  del cinema italiano.