Il 20 novembre tutti in Farmacia per i bambini

Il 20 novembre si celebra in tutto il mondo l’anniversario della firma della Carta dei Diritti dell’Infanzia, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1989. Ancora oggi, a milioni di bambini nel mondo sono negati i diritti più basilari. La Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus aiuta l’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo e vuole ricordare questo importante anniversario con un’azione di sensibilizzazione e di aiuto concreto a migliaia di bambini.
 
Giovedì 20 novembre grazie all’iniziativa “In Farmacia per i bambini” i volontari della Fondazione saranno presenti in 800 farmacie in tutta Italia per distribuire la Carta dei diritti dei bambini e invitare i clienti ad acquistare farmaci da banco a uso pediatrico, alimenti per l’infanzia e altri prodotti baby care che saranno donati a 140 case famiglia e enti che aiutano l’infanzia sul territorio italiano e in Haiti all’Ospedale NPH Saint Damien, unico pediatrico di questa isola quarto mondo.

Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Francesca Rava,  spiega che si tratta di “un lavoro di squadra che riunisce i farmacisti in prima linea con i loro clienti, le aziende, impegnate in una giornata di volontariato d’impresa con i loro dipendenti, volontari, enti beneficiari, Regioni e Comuni patrocinanti, radio e tv, in un’azione comune di responsabilità sociale per portare aiuto concreto a tanti bambini e famiglie colpiti da povertà sanitaria in Italia”
“Partecipiamo con impegno a questa iniziativa perché crediamo in una farmacia che non sia solo struttura sanitaria e primo presidio del servizio sanitario nazionale ma abbia anche una forte valenza sociale e perciò contribuisca ad attirare l’attenzione sui diritti dell’infanzia” fa sapere Annarosa Racca, presidente di Federfarma, partner istituzionale dell’iniziativa insieme a Cosmofarma.
Martina Colombari, volontaria della Fondazione, sarà la testimonial dell’evento con una campagna resa possibile dalla collaborazione di radio, tv, stampa e social network tra i quali la pagina Facebook della Fondazione in cui saranno pubblicate in tempo reale le foto dei volontari da tutta Italia.