I concerti della settimana al Cohen di Via Scarsellini, Verona

cohenvr

I concerti della settimana al Cohen di Via Scarsellini (zona S. Zeno)
Tutti i concerti iniziano alle 21.30.

MERCOLEDI' 7 GIUGNO - JAZZ
WOOD 3 Live - Enrico Breanza (chitarra), Marco Pasetto (clarinetti), Andrea Oboe (percussioni)
prenotazioni whatsapp: 3473234011

..."La parola «wood», legno, indica in questo caso non solo la materia di cui sono fatti i tre strumenti suonati dal Wood Trio in questo esordio discografico (intitolato semplicemente con il nome della formazione, Wood3), ma sembra essere anche un voluto tributo alla materia viva, pulsante e calda di cui sembra essere fatta la musica. Il folklore, la cantabilità delle canzoni e delle ballate, la dimensione semiacustica e il jazz, con le spirali improvvisative che ne avvolgono le melodie, sono gli strumenti con cui intagliano i suoni i tre protagonisti di questo esordio: Marco Pasetto al clarinetto basso e all’ocarina, Enrico Breanza alla chitarra e Andrea Oboe alla batteria. Questo disco, pubblicato in questi giorni dall’etichetta Velut Luna, sembra privilegiare le canzoni in un una dimensione cantabile sempre molto spiccata, come l’evocativa «Children in the shadow» scritta da Pasetto o la ninna nanna seicentesca «Deus ti salvet Maria», il tema sussurrato di Vaz in cui sembra di riconoscere i tratti di Abercrombie e Metheny negli anni Settanta - Ottanta, il brano «Nome dolcissimo» o la canzone «Il Posto Castello» dedicato all’omonimo locale sulle colline di illasi. In alcuni momenti il linguaggio dei tre musicisti, fatto di suoni ben caratterizzati, si sposta nei territori del rock, quello in cui sfocia la marcia primitiva di «Blue Woods» o nel dialogo spigoloso e astratto di «Ipotesi», nel «Sudamerica di Raimonda» o ancora nella bella versione di «River Man», capolavoro di Nick Drake, già nel repertorio di jazzisti come Brad Mehldau e Lee Ritenour. Il vero motore di questo interessante trio e di questo disco è probabilmente la capacità di dialogare sullo stesso piano che permette ai tre di scambiarsi senza problemi i ruoli di solisti e accompagnatori o di improvvisare tutti assieme. Del resto, non sorprende, visto che, se è vero che il batterista Oboe è un nuovissimo acquisto della formazione, invece Breanza e Pasetto sotto la sigla Wood (di volta in volta trio, quartetto o quintetto) suonano assieme da oltre vent’anni in formazioni più o meno variabili." - Luigi Sabelli da l'Arena.it

 

VENERDì 9 GIUGNO - ROCK BLUES
Cupo - One Man Band - Live
​prenotazioni whazzup: 3473234011

Chitarrista/producer attivo nella zona di Verona. E' stato chitarrista ma anche arrangiatore in studio per Filippo Perbellini, Luca Maggiore, Sonohra. Attivo anche nell'attività di Producer di diverse realtà musicali in Verona e dintorni. Infulenzato maggiormente dal Classic Rock (Black Sabbath, Uriah Heep, Led Zeppelin, Deep Purple, Ozzy Osbourne) ma anche dal Blues (John Mayer, Clapton, Buddy Guy, Stevie Ray Vaughan). Non mancano le infuenze più moderne come NIN, Deftones, Foo Fighters.. I più acustici John Butler, Andy Mckee, Monte Montgomery e gli italiani Pietro Nobile e Franco Morone
 

SABATO 10 GIUGNO - BLUES
Pramaggiore Magic Blues Feeling
Un viaggio del blues più autentico da Bukka White e Leroy Carr, da Weaver Jimmy Yancey a Muddy Waters. 
​prenotazioni whazzup: 3473234011

Gian Piero Pramaggiore, cantante, chitarrista e polistrumentista, entra giovanissimo a far parte dell’Organic Music Theatre di Don Cherry sotto la cui leadership effettua concerti in Europa e Stati Uniti suonando con Nanà Vasconcelos, Charlie Haden, Eddie Blackwell, Jim Pepper, Hamid Drake.
Incide con Eagle-Eye Cherry, Trilok Gurtu & the Glimpse con questa formazione, tournée in Europa, India, Australia, USA, Nuova Zelanda, Nuova Caledonia, Martinica. Ambientazioni sonore preregistrate e performances in diretta per le installazioni artistiche create da Patrizia Maggia.
Collaborazioni con Yusef Lateef, Lester Bowie, Neneh Cherry Angelique Kidjo, Shoba Gurtu, Babatunde Olatungi, Sharmila Sharma, Ravi Chary, Graham Haynes, Dewey Redman, David Ornette Cherry, Karl Berger, Doudou Gouirand, Corey Wilkes, Peter Apfelbaum, Rob Mazurek, Jan Bang, Gianluca Petrella.
Collaborazioni Blues con Sandy Bull, Cooper Terry, Henry Dupree, Sofie Reed
Alcune citazioni della critica :
…..filigrane vocali, intrecci chitarristici, ispirati spunti blues…bagliori sonori che percorrono il globo e mirano verso l’alto. ( Daniela Amenta - ‘ Mucchio Selvaggio ‘ )
Il chitarrista cantante.. è una figura centrale nei Glimpse ( Hallgrim Oistad - ‘ Gudbrandsdolen ‘ , Norvegia )
….un’atmosfera magica e incantata…in particolare la voce e le chitarre di Pramaggiore, già collaboratore di Don Cherry, hanno costituito un collegamento autentico con lo spirito del trombettista scomparso. (Libero Farnè – ‘ Musica Jazz ‘)
…ha incantato con le sue doti straordinarie, le sue magie strumentali: un grande artista, un personaggio in grado – da solo – di tenere vivo un palcoscenico per quasi due ore. ( Stefano Di Tano – ‘ la grinta ‘ )
…..una voce bluesy ed episodi alla chitarra di Pramaggiore che richiamano Ry Cooder. ( John Fordham – ‘ The Guardian ‘ , Inghilterra )

 

Cohen
Pub, Music & More
via Scarsellini 9
37123 Verona