Hotello, uno spettacolo geneticamente modificato

Sabato 21 maggio, alle 21.00, presso il Teatro di Santa Teresa (via Molinara, 23 – B.go Roma), andrà in scena Hotello, uno spettacolo geneticamente modificato a cura del gruppo teatrale TIP – The Island Project  che si  rimette in gioco  con un altro spettacolo di derivazione shakespeariana dopo il debutto con Di Amleto e d’altre menzogne.

 

Hotello è uno spettacolo geneticamente modificato.

Basta spostare un’acca, che non vale un’acca, e nulla sarà più come prima.

Hotello parla di delusioni. La nostra. La vostra.

Hotello è l’incontro tra due ossessioni, tra due fallimenti. Jago, l'Alfiere, è il fallimento di una mente perversa che non ha il coraggio dei propri fantasmi. Otello, il Generale, è il fallimento dell'Eroe che non è all'altezza del proprio nome.

Se uno spettacolo è un sistema complesso di relazioni, qui si prova ad alterarne una funzione e a seguirne il disastro. Gli altri personaggi, chi per affetto, chi per senso di responsabilità, tenteranno di portare a termine uno spettacolo a corto di protagonisti.
E anche se questa catastrofe occhieggerà un improbabile lieto fine, ugualmente ne rimarrete delusi.

 In Time Out di venerdì 20 maggio, l'intervista al regista Mirco Cittadini.

Hotello di William Shakespeare
regia di Mirco Cittadini
adattamento testo  di Valeria Bissa e Mirco Cittadini

con
Valeria Bissa
Mirco Cittadini
Tommaso De Berti
Alessandro Gomitolo
Filippo Mecchi
Simone Villaboni

tecnico luci - Manuel Garzetta
tecnico audio - Martino Pinali

Ingresso 5 euro

The Island Project è un laboratorio di maschere, corpi e parole. Il gruppo non crede nella pigrizia dello spettatore. Non l'incoraggia.Il gruppo crede nella bellezza, nel gioco, nel doppio, nei segni, nell'oscurità. Il gruppo crede nelle barzellette.