Gli eventi del weekend del Cohen in via Scarsellini: Heidi for President, Giulio Casale e Orchestrina vertical

cohenverona

Cohen presenta:
 

VENERDì 11 GENNAIO ORE 21.30
HEIDI for President
Sulla scia di sonorità islandesi tra Sigur ròs e Of Monsters and Men, e di melodie brit tra XX e Arcade Fire, nasce un indie folk di deriva post rock dove i silenzi nordici sono inondati dalla luce del sud. Artista della settimana per MTV New Generation. Questa estate hanno suonato in apertura a Levante al Cinzella Festival di Taranto. genere: IndieFolk/Brit/Post-Rock

Ingressi: 
Inizio concerto ore 21.30
Ingresso: cena + concerto 18€ (antipasto, piatto principale, acqua e caffè)
solo concerto: ingresso libero, consumazione obbligatoria 
Prenotazione tavoli: whatsapp e tel 3473234011  

SABATO 12 GENNAIO ORE 21.30
GIULIO CASALE
INEXORABLE TOUR 2019
CON ALESSANDRO GRAZIAN E EMANUELE ALOISI
Arriva a Verona il tour di Giulio Casale per promuovere il nuovo album di inediti “Inexorable”, album che sancisce il ritorno dell’ex frontman degli Estra, figura poliedrica del panorama artistico contemporaneo che alterna alla musica le sue attività di attore e scrittore. Casale sarà dal vivo al Cohen il prossimo sabato 12 gennaio alle ore 21.30. In apertura Mud, cantautore sensibile e talentuoso. Per ricreare il sound moderno del disco Casale (chitarra e voce) sarà affiancato da Alessandro Grazian (chitarra, basso, cori), e Emanuele Alosi (drum machine, percussioni, sequenze). “Inexorable” è un album che conferma il legame dell’artista con la canzone d’autore e allo stesso tempo spinge gli arrangiamenti verso sonorità contemporanee che spaziano tra il rock e il lato più nobile della musica pop. Prodotto da Lorenzo Tomio e, in parte, da Alessandro Grazian, l’album contiene undici brani accomunati dalla volontà di narrare/cantare il tempo presente in tutte le sue sfaccettature. Il titolo nasce da un verso di Michel Houellebecq, che evoca “un vento forte, inesorabile”: una rottura della stagnazione, soprattutto culturale, che circonda le nostre vite. “Inexorable” è disponibile nei formati Mp3, streaming, CD digipack ed in vinile in tiratura limitata (le prime 200 in vinile colorato bianco) con due bonus track inedite. Il disco sancisce la collaborazione con l’etichetta veronese Vrec (marchio dall’agenzia davvero comunicazione di David Bonato) distribuita nei migliori negozi da Audioglobe. Si tratta del quarto album della carriera solista per l’ex frontman degli Estra dopo “Sullo Zero”, “In fondo al blu” e “Dalla parte del Torto” ed include i 5 brani pubblicati come singoli durante l’arco del 2017. Il singolo che ha anticipato l’album a fine 2018 e scelto per radio e televisioni è “Un giorno storico” supportato da un videoclip realizzato dal regista Carlo Tombola (Subsonica, Afterhours, Casablanca e molti altri).

Giulio Casale conferma di essere un artista dotato di sensibilità e spirito di osservazione fuori dal comune: un sorprendente autore di lungo corso che propone un’opera destinata a lasciare il segno, non soltanto per chi già lo conosce, ma per chiunque ricerchi significati nuovi e necessari nella musica e nelle parole.
fb.com/giuliocasalepage www.giuliocasale.it www.vrec.it www.davverocomunicazione.com

Ingressi: 
Inizio concerto ore 21.30
Ingresso: cena + concerto 18€ (antipasto, piatto principale, acqua e caffè)
solo concerto: 10€ drink compreso
Prenotazione tavoli: whatsapp e tel 3473234011 
 

DOMENICA 13 GENNAIO ORE 20
Orchestrina Vertical
Enrico Terragnoli Claudia Bidoli Fabio BasileRoberto Lanciai

Inizio concerto ore 20.00
Ingresso: cena + concerto 18€
solo concerto: 10€ con consumazione
Prenotazione tavoli: 045 8949522 whatsapp 3473234011

L'amarezza per la fine del collettivo El Gallo Rojo ha avuto, negli stessi giorni d'inizio estate, una dolce consolazione con il concerto di una delle sue prime e più intriganti formazioni, l'Orchestra Vertical del chitarrista e bassista Enrico Terragnoli. Il 1° luglio, nella splendida cornice de Il Posto Castello a Illasi (Verona), s'è esibito un organico ridotto della Vertical, comprendente il batterista Zeno De Rossi, fondatore e storico esponente del Gallo Rojo. Completavano il sassofonista baritono Roberto Lanciai, il chitarrista Fabio Basile, Terragnoli al basso e la cantante Claudia Bidoli, presenza insostituibile e caratterizzante il progetto. 
L'Orchestra Vertical s'è esibita dal vivo in rare occasioni e di lei resta l'omonimo disco d'esordio del 2005, comprendente un organico da sogno con la presenza anche di Francesco Bearzatti, Danilo Gallo, Stefano Senni, Fabrizio Puglisi, Giorgio Pacorig,Achille Succi, Oscar Marchioni e altri. L'organico ridotto ha eseguito parte del repertorio originale aggiungendo quattro canzoni di Serge Gainsbourg ("Pauvre Lola," "Les Amours Perdues," "Requiem Pour Un Con," "Contact") e un paio di brani di tradizione sefardita, "Para Ke Kero" ed "El Pato." 
Vista la limitatezza della strumentazione gli arrangiamenti erano stringati, con solo chitarra e sax baritono a contrappuntare il canto della Bidoli e intervenire in assolo. Le suggestioni del progetto restavano però intatte grazie agli ammalianti temi di Enrico Terragnoli e alle seducenti interpretazioni della cantante che s'esprimeva in francese. Il concerto s'è snodato in un bell'equilibrio tra atmosfere nostalgiche ed altre intense. 
Claudia Bidoli si conferma una voce luminosa e suadente, capace di coniugare ricercatezza e tensione espressiva: è l'interpreta ideale di un progetto profumato di aromi francesi e caraibici, che ricorda i Los Cubanos Postizos di Marc Ribot. I lineari interventi di Roberto Lanciai al sax baritono (un timbro caldo e suggestivo) e la fluida chitarra di Basile offrivano interessanti contrasti. Il drumming variopinto di Zeno De Rossi e il puntuale basso di Terragnoli completavano il quadro. 
Il concerto è iniziato con l'esecuzione dell'accattivante "Valentine" ed è proseguito prendendo dal repertorio originale altri temi memorabili: "Mambo Vertical," "L'Anniversaire," "La Valise Volée." Il connubio con le canzoni di Serge Gainsbourg è stato quanto mai indovinato: tutte apprezzabili le nuove versioni, in particolare l'iterativo "Contact !," che il cantautore francese scrisse nel 1968 per Brigitte Bardot.  

 

Cohen
Pub, Music & More
via Scarsellini 9 - 37123 Verona
https://www.facebook.com/cohenverona/