Giulio Regeni, le verità ignorate

La Sobilla, in collaborazione con veronetta129 e Net Generation, nell'ambito di MediOrizzonti presenta Giulio Regeni, le verità ignorate. La dittatura di al-Sisi e i rapporti tra Italia ed Egitto, di Lorenzo Declich (Alegre edizioni 2016) giovedì 27 ottobre 2016, ore 20.30 in Salita San Sepolcro, 6/b, a Verona. Ingresso libero con tessera consigliata.

L'incontro è curato da Chiara Pettenella, dottoranda in Scienze Politiche presso l'Università di Aix en Provence, Marsiglia. Negli utlimi anni, fino a poco prima dell'omicidio Regeni, ha trascorso per studio diversi periodi al Cairo. Il volume ripercorre la storia egiziana dalla rivoluzione del 2011 a oggi, dimostrando come dietro l'omicidio di Giulio Regeni ci sia un ordinario Stato di polizia in cui restrizioni di libertà e sparizioni non sono affatto un’eccezione. L'autore "smonta" in modo dettagliato le tesi che inseriscono la tragica storia di Giulio nel quadro di un disegno “misterioso” infarcito di improbabili ipotesi a spy story. Un modo per infangarne la memoria e trasformare il carnefice – il regime egiziano – in vittima. Declich svela anche i rapporti di connivenza tra questo regime e l’Italia, primo partner commerciale dell’Egitto in Europa con legami che vanno oltre il mero interesse economico, comprendendo accordi sulle politiche migratorie e una rivendicata amicizia tra al-Sisi e Matteo Renzi.

Le proiezioni di Mediorizzonti al Cinema Teatro Nuovo San Michele Extra si chiudono lunedì 31 ottobre con The Idol, l'ultimo film del regista due volte candidato agli Oscar Hany Abu-Assad, sull'incredibile storia di Mohammad Assaf, ragazzino di Gaza che ha vinto il talent show "Arab Idol".