Giulio Cesare inaugura il Festival Shakespeariano

Mercoledì 6 luglio alle 21.15, il 68° Festival Shakespeariano sarà inaugurato al Teatro Romano dal dramma storico Giulio Cesare. Il 7, l'8 e il 9 luglio alla stessa ora, andranno in scena le repliche dello spettacolo, prodotto dal Teatro Stabile del Veneto -Teatro Nazionale in collaborazione con l’Estate Teatrale Veronese. La regia è a firma di Àlex Rigola, direttore della Biennale Teatro di Venezia. Il ruolo di Marco Antonio è stato affidato a Michele Riondino, già giovane interprete del Montalbano televisivo. Sarà Maria Grazia Mandruzzato a vestire i panni di Cesare. A tal proposito, si legge in una nota relativa allo spettacolo: «In lei si raccolgono le tante espressioni di “donne al comando” che al giorno d’oggi sanno imporsi con la stessa inflessibile determinazione degli uomini, se non di più. È la dimostrazione che, al di là delle questioni di genere, tutta l’umanità è per sua natura soggiogata al fascino del predominio dell’uno sull’altro. Del resto, chi incarna il potere ha gioco facile nel condizionare un’umanità alienata, immobile, riluttante a mettersi in gioco».
Il 6 luglio alle ore 21, prima dell’inizio di Giulio Cesare, sarà consegnato a Toni Servillo Il 59° premio “Renato Simoni per la fedeltà al teatro di prosa”.