Garantire trasparenza nell’amministrazione e favorire il controllo del territorio

Si svolgerà a Verona il prossimo lunedì 24 novembre 2014, presso il Museo di Storia Naturale, il seminario di formazione del progetto Conoscere le mafie, costruire la legalità, intitolato Come garantire trasparenza nell’amministrazione e favorire il controllo del territorio.
 

Terzo appuntamento regionale dopo Calalzo (11 settembre) e Mestre (28 ottobre) dove hanno partecipato complessivamente più di 230 persone impegnate nell’amministrazione dei comuni, nelle forze dell’ordine, nelle professioni. Si tratta di un’iniziativa promossa dalla Regione del Veneto, Anciveneto e l’Associazione Avviso Pubblico – Enti locali e Regioni, per la formazione civile contro le mafie, in attuazione della legge regionale 48/2012 “misure per l’attuazione coordinata delle politiche regionali a favore della prevenzione del crimine organizzato e mafioso, della corruzione nonché della promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile”.

Il seminario gratuito è rivolto ad amministratori – Sindaci, Assessori, Consiglieri - , funzionari e operatori degli enti locali, forze dell’ordine, nonché rappresentanti di associazioni di categoria, Camere di Commercio, organizzazioni sociali ed altri soggetti che svolgono attività sui temi della prevenzione e del contrasto al crimine organizzato e della promozione della cultura della legalità.

 “La mafia, l’ndrangheta, la camorra sono definitivamente entrate nel nostro sistema – ha dichiarato il Coordinatore regionale veneto dell’Associazione Avviso Pubblico, Claudio Piron – Il nostro compito oggi è prima di tutto dotarci degli indispensabili strumenti di comprensione, leggere, capire, conoscere, essere consapevoli di quanto sta accadendo in Veneto (e non solo) e poi trasmettere questa consapevolezza e attrezzarci al meglio per non soccombere sotto i colpi delle mafie e della criminalità, ma anzi costruire giorno dopo giorno e organizzare la legalità. Per questo il ciclo di seminari che abbiamo organizzato insieme alla Regione del Veneto e Anciveneto sono molto importanti; perché cercano di far conoscere la situazione attuale del Veneto, creando la consapevolezza che la mafia e la criminalità mettono un freno alla ripresa e allo sviluppo economico, e diffondendo quelle conoscenze fondamentali per prevenire e contrastare questo tipo di infiltrazioni. Per questo auspico ampia partecipazione al seminario di lunedì, anche da parte dei rappresentanti delle camere di commercio, e delle associazioni d’impresa”.

Ad aprire i lavori saranno: Massimo Giorgetti, Assessore della Regione del Veneto, Maria Rosa Pavanello, Presidente di ANCI Veneto, Avv. Ciro Maschio, Consigliere del Comune di Verona e Claudio Piron, Referente Regionale di Avviso Pubblico.
A seguire gli interventi di: Gianfranco Donadio, Magistrato, già procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia; Mariangela Zaccaria, Vice Segretario generale del Comune di Milano; Mario Turla, informatico ed esperto antiriciclaggio.
Modererà l’incontro Angiola Petronio, giornalista de Il Corriere del Veneto.
 

Nel pomeriggio, dalle 14,00 alle 15,30 si svolgeranno i seguenti laboratori:
Strategie di penetrazione mafiosa nel circuito economico legale: focus sul ciclo degli inerti con il Dott. Gianfranco Donadio;
Prevenire la corruzione nel sistema degli appalti con la Dottoressa Mariangela Zaccaria;
Enti locali e segnalazioni sospette: esame di alcuni casi di studio con il Dott. Mario Turla.

Il seminario chiuderà con una seduta plenaria condotta da Francesco Vignola, Formatore e collaboratore di Avviso Pubblico.

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione obbligatoria, da effettuarsi sui siti:
www.avvisopubblico.it
www.anciveneto.org
www.regione.veneto.it

Per maggiori informazioni sul Progetto Conoscere le mafie, costruire la legalità clicca QUI.