Fondazione Arena: gioco al massacro

Su Fondazione Arena ci sono molte cose ancora da raccontare. Iniziamo ovviamente dall’ultimo fatto, quello che riguarda il mancato pagamento degli stipendi di marzo. In Fondazione si dice che è solo una questione di giorni. La notizia è stata diffusa ieri, mediante comunicazione scritta. Nessun preavviso. Ieri sarebbe stata giornata di pagamento stipendi ed a quella data sono legati anche i mutui accesi da molti lavoratori per pagare la casa.
Domenica scorsa ci sono stati momenti di tensione tra i lavoratori areniani impegnati nelle prove. Qualcuno di loro stava cercando di raccogliere le firme per rifare il referendum, azione giudicata ostile, e subito bloccata. Bloccate pure le prove.
Su questa idea è ritornato, ieri sul Corriere di Verona, il sindaco Tosi che ha provato a rilanciarla portando come esempio il caso recente dei lavoratori di ATV.
Cgil e Uil ritengono però che il caso di ATV sia un’eccezione e quindi non può diventare la regola. E’ una questione di serietà.
Domani in Consiglio Comunale, votazione senza dibattito sull’ordine del giorno presentato da tutti i capigruppo meno Barbara Tosi, sorella del sindaco. Nell’ ordine del giorno si chiede al sindaco di riaprire il tavolo della trattativa con le organizzazioni sindacali.

Agostino Mondin