Festa in Rosso: Referendum, Verona 2017 e raccolta fondi per i terremotati

Festa in Rosso Verona 2016

L'Italia di oggi, la Verona di domani. Referendum Costituzionale ed elezioni amministrative del prossimo anno i temi al centro dell'edizione 2016 del festival di Rifondazione Comunista.

Dal 31 agosto al 5 settembre è Festa in Rosso! Il tradizionale appuntamento della sinistra veronese torna anche quest'anno, sempre nell'area verde della 2a circoscrizione a Quinzano, di fronte alle piscine di via Santini. Sei giorni di politica, cultura e convivialità con concerti e dibattiti ogni sera, un'ottima cucina con piatti tipici fatti in casa, un'enoteca dove degustare i vini del territorio e la libreria per nutrire mente e spirito, con un bastimento carico di libri in arrivo da Libre!

Il titolo di quest'anno è L'Italia di oggi, la Verona di domani. Due sono infatti i temi caldi al centro del festival di Rifondazione Comunista: il NO al Referendum sulle modifiche alla Costituzione volute dal governo Renzi e l'appuntamento con le elezioni amministrative che attende Verona il prossimo anno. “L'intreccio tra queste due scadenze politicamente decisive fa della festa un'occasione unica di incontro e costruzione della sinistra veronese e non solo” afferma Fiorenzo Fasoli, segretario provinciale del PRC. “L'edizione di quest'anno ha quindi un valore costituente: si apre una fase radicalmente nuova, sia a livello nazionale che locale. Noi siamo l'alternativa a Renzi e a Tosi, due volti della stessa medaglia che non per niente flirtano come due innamorati sotto il balcone di Giulietta”.

“Durante la festa sarà attivata una raccolta fondi di solidarietà per le popolazioni colpite dal terremoto in centro Italia. Per l'occasione ci sarà un piatto speciale nel menù: la Pasta all'Amatriciana Solidale. Chi volesse aiutare i progetti portati avanti da Rifondazione per i territori colpiti dal sisma può farlo mangiando un piatto di Amatriciana Solidale e più in generale facendo una donazione al fondo di solidarietà. Rifondazione è un partito sociale – sottolinea Fasoli – pronto ad intervenire per far fronte ai bisogni popolari. Un esempio né è il riuscitissimo progetto del GAP – Gruppo di Acquisto Popolare che continua la sua attività presso la nostra sede in Borgo Roma con ottimi risultati, rispondendo ad un bisogno diffuso di beni di prima necessità a prezzi popolari”.

Il programma (in allegato), particolarmente ricco, vede la presenza di numerosi ospiti chiamati ad affrontare ogni sera un tema diverso, sia di interesse locale che nazionale. “Con Michele Bertucco e Sandro Medici (candidato a Roma per Fassina Sindaco) l'1/09 ragioneremo di Città in Comune, perché Verona 2017 è l'occasione da non perdere – prosegue Fasoli – e Rifondazione è pronta a fare la sua parte per un'alternativa di governo che tiri fuori Verona dal porto delle nebbie in cui è stata spinta da Tosi e dalla destra con la complicità di parte del PD veronese. La sera successiva Paolo Ferrero e Pippo Civati saranno i protagonisti di un confronto a 360° di respiro europeo ma anche sul futuro di Verona, mentre sabato 3/09 sarà la volta di Per non farne Carta straccia – Le ragioni del NO al referendum costituzionale, con il costituzionalista prof. Giuseppe Ugo Rescigno del Comitato per il NO ed il prof. Gian Paolo Romagnani, Presidente del Coordinamento Veronese per la Democrazia Costituzionale, co-organizzatore della serata. Domenica 4/08 sarà protagonista il mondo del lavoro, sotto attacco dal Jobs Act e dall'omologa francese Loi du Travail, con Fabrice Angei della CGT francese, Michela Spera della segreteria nazionale FIOM e Michele Corso, segretario provinciale della CGIL Verona. Il ruolo di coordinatrice spetterà a Roberta Fantozzi, della segreteria nazionale del PRC. L'ultima sera si terrà Manifesto con Diritto, un reading teatrale musicale sui diritti con Giovanni Ceriani, Zeno Fatti e Massimo Totola”.

Sul palco concerti si passeranno il microfono Disperato Circo Musicale, Lòina, R'Ossi da Brodo, Acid Brain, Jack Graffiti e Dubwise feat. Tiberias Towa e Infuzion Verona. Un'offerta musicale varia e di livello per accontentare ogni orecchio, anche il più raffinato.