Evento Speciale pro Popolazione del Nepal di Interzona - 18 giugno 2015 dalle ore 20.00

Terremoto in Nepal

Una serata per il Nepal: Radio Popolare sostiene Interzona nella raccolta fondi per la popolazione del Nepal. Tutto il ricavato della serata sarà devoluto a Medici Senza Frontiere. Vi aspettiamo numerosi nel giardino di Interzona, in via Scuderlando 4 a Verona

Evento speciale per la popolazione colpita dal terremoto in Nepal - 18 Giugno 2015 dalle 20.00 alle 24 - ingresso a offerta libera

Dopo i terremoti del 25 aprile e del 12 maggio che hanno devastato il Nepal, Interzona, insieme a My Home Gallery, A.G.I.L.E., Bridge Film Festival, Dèsegni, Diplomart, Radio popolare Verona, ReversLAB, Salmon Magazine, SDV, organizzano il 18 giugno una serata in solidarietà alla popolazione colpita con la proiezione speciale di Manakamana (2013, 118’) di Stephanie Spray e Pacho Velez. Tutto il ricavato verrà devoluto a Medici Senza Frontiere onlus. Ad accompagnare tutta la serata djset e la possibilità di gustare un aperitivo nel Giardino di Interzona.

MANAKAMANA - Acclamato a numerosi festival di cinema indipendente, il film mescola sapientemente curiosità, ricerca etnografica e rigore strutturale, rappresentando oggi anche un prezioso documento sul paese e la società nepalese che vuole ricostruirsi. Manakamana è girato interamente nella cabina di una funivia e racconta senza sosta i viaggi di turisti e fedeli in visita al tempio induista, la cui salita dura straordinariamente quanto un rullo di una pellicola 16mm. Per la sua capacità di documentare il reale abbiamo deciso di affidare alle immagini di Manakamana il ritratto del Nepal per poter immaginare, e insieme ricostruire. Si ringraziano i registi Stephanie Spray e Pacho Velez per la concessione del film

www.izona.it

PROGRAMMA

Dalle 20 Aperitivo

Dalle 20.30 alle 24 MUSICA

Dalle 21.00 CINEMA OPEN AIR   - MANAKAMANA (2013, 118’) di Stephanie Spray e Pacho Velez  - Nella giungla del Nepal, i pellegrini fanno un antico viaggio in Funivia per adorare Manakamana. Durante il tragitto, persone di tutti i ceti sociali interagiscono tra di loro, con il paesaggio circostante e con la strana modalità di trasporto. Seguendo il pellegrinaggio, il documentario offre uno spaccato sulla vita nepalese contemporanea.