Emergenza maltempo in Veneto, un morto e oltre 20 feriti per una tromba d'aria

È salito a un morto e più 20 feriti il tragico bilancio delle vittime dell’ondata di maltempo che ha colpito il Veneto nelle ultime ore.

La situazione più preoccupante riguarda l’area di Pianiga (Venezia), colpita da una fortissima tromba d’aria che ha provocato danni ingenti e, al momento, il decesso di una persone rimasta sepolta da un crollo nella zona di Sambruson di Dolo e oltre una ventina di feriti (2 dei quali in codice rosso, ma la situazione è in evoluzione) soccorsi dagli equipaggi del Suem 118 subito giunti sul posto.
L’intero sistema del 118 regionale è pronto ad intervenire in pochi attimi qualora giungessero altre segnalazioni di feriti o persone in difficoltà. Allertati anche i Pronto Soccorso degli Ospedali.

A Pianiga si è recanto anche l’Assessore regionale alla Protezione Civile Giampaolo Bottacin, con il dirigente di settore della Regione.

Desta preoccupazione anche il riattivarsi della frana in località Acquabona sulla Statale Alemagna verso Cortina.

Entrambe le sale operative di Protezione Civile della Regione sono attive e lo rimarranno fino a cessate esigenze. Il maltempo ha colpito duramente numerose aree della Regione, con forti grandinate sparse. E’ già stata avviata una seppur inevitabilmente sommaria conta dei danni, che appaiono comunque ingenti.

Convocata per questa mattina una seduta straordinaria della Giunta regionale. L’esecutivo affronterà la situazione determinata dall’ondata di maltempo che ha colpito il veneto,