Diego Alverà e “Gilles Villeneuve - Il figlio più amato”

La leggendaria sfida per il podio tra Villeneuve e Arnoux durante il Gran Premio del 1979 a Digione è la storia appassionante che lo storyteller Diego Alverà propone venerdì 19 maggio alle ore 21.00 in chiusura della rassegna Storie da raccontare 2017, ideata e prodotta dall’agenzia di comunicazione Pensiero Visibile di Parona. Dopo Ayrton Senna ed Ernest Shackleton, un appuntamento rivolto non solo agli amanti della velocità e del brivido ma anche, e soprattutto, agli appassionati di storie uniche ed evocative, disposti ad abbandonarsi al puro piacere generato dalla narrazione.

Il format di incontri gratuiti di “live storytelling” organizzato tra marzo e maggio 2017  da Pensiero visibile giunge al quinto e ultimo appuntamento della rassegna 2017. Entusiastica la risposta del pubblico di Verona e provincia con oltre 250 presenze registrate, sempre nel segno del  “tutto esaurito”. A dimostrazione di quanto sia apprezzata la formula della narrazione dal vivo di storie inedite di vite esemplari - sulla scorta della tradizione italiana che va da Alessandro Baricco a Federico Buffa passando per Marco Paolini e Carlo Lucarelli – attraverso un azzeccato dosaggio di parole, musica, immagini con degustazioni a tema e una vetrina di libri di approfondimento a seconda dei diversi temi trattati.

Oltre agli autori e storyteller coinvolti - Diego Alverà, Stefano D’Andrea e le performer milanesi di Storie a domicilio Margherita Sainaghi e Laura Martelli - per realizzare questa esperienza mai sperimentata prima sul territorio, l’agenzia si è valsa della collaborazione di partner quali Ultimo Piano e Osteria Futurista per i contributi di video e audio design, l’Osteria La Coopera 1945, la Libreria Parentesi, la bottega di abbigliamento retrò Walk The Line Clothing.

Pensiero visibile promuove sul territorio incontri culturali incentrati sul potere della parola per approfondire e migliorare continuamente l’offerta di comunicazione e formazione per le imprese del Nord Est attraverso lo storytelling: un modo innovativo per raccontare con voce autentica al mercato le specificità delle aziende e farle emergere sui mezzi di comunicazione della società contemporanea, a partire dai social media fino ai mezzi più tradizionali. Come sottolinea Gaia Passamonti, l’umanista esperta di comunicazione che dal 2013 è alla guida dell’agenzia insieme all’imprenditore Alessandro Scardino e alla web strategist Anna Tagliapietra: Pensiero visibile si dedica alla diffusione della cultura digitale in Veneto dopo aver intuito già una decina d’anni fa le potenzialità strategiche dello storytelling applicato alla narrazione d’impresa, con metodologia rigorosa e preparazione scientifica. Attraverso la formazione aiutiamo le imprese ad acquisire maggiore competenza ma anche creatività e visione a lungo termine e gettiamo le fondamenta per una comunicazione più consapevole e mirata.