Deus ex Machina

Una cosa è certa, abbiamo anche noi a Verona un Deus ex Machina si chiama Enrico Corsi. Pensate che è assesore alle Attività Economiche, Turismo, Mobilità, Viabilità e relative infrastrutture.

Bene alla fine una soluzione intelligente è stata adottata: tagliamo i Platani. Una domanda sorge spontanea, che tipo di filosofia della vita li governa, quale idea di città hanno. Il fatto che siano stati eletti e possano disporre senza alcun ripensamento del bene di tutti è agghiacciante: la giustificazione è il traffico scorre meglio.

Le strade non possono essere ingorgate di auto, non possiamo essere soffocati dal PM10. Gli spostamenti devono essere fatti con mezzi pubblici, bicicletta, ecc. La città non può diventare un grande parcheggio ma un luogo dove ci si incontra, dove ci si scambiano idee, senzazioni, sentimenti, gioia senza lo stress del traffico.

Lo sapete dove si trovano le città più vivibili al mondo: Canada, Australia, Finlandia, Svizzera. Motivo: una vasta disponibilità di beni e servizi, bassi rischi personali e infrastrutture efficienti.

Già, infrastrutture, una delle specifiche del nostro Deus ex Machina. Pensate, che in una delle nazioni elencate prima, la soluzione del traffico sia quella di tagliare alberi o quella di incentivare il trasporto pubblico? Datevi una risposta.

Qualche anno fa era in cantiere la Tramvia come mezzo di trasporto di massa, ma venne accantonata perchè pensata dalla precedente amministrazione, occasione persa. Cosa che invece è stata fatta da Padova e Venezia.                                                                   

Ora c'è il Filobus che sarà alimentato a gasolio nel centro e elettrificato nella periferia. 

Il genio urbanistico di questa amministrazione darà il via ad una serie di centri commerciali che porterà il traffico a livelli assurdi, ma non disperate il nostro Deus ex Machina qualche albero da tagliare lo trova e tutto scorrerà senza intoppi.

#corsitagliaplatani