Dal 20 al 24 giugno Verona celebra Shakespeare

Convegni e spettacoli proposti da università e Comune in occasione del quarto centenario della morte di William Shakespeare

Verona celebra Shakespeare a 400 anni dalla sua morte. Dal 20 al 24 giugno l’università promuove, in collaborazione con il comune di Verona, una serie di iniziative al fine di porre all’attenzione internazionale la centralità della città di Verona come luogo storicamente e culturalmente legato a William Shakespeare. Il progetto nasce su iniziativa di alcuni docenti di Letteratura inglese e di Storia del teatro dell’università di Verona riuniti intorno al gruppo di ricerca Skenè, che ha coinvolto studiosi di numerose università europee e americane, coordinandosi con altre iniziative promosse dall’ateneo scaligero. In programma convegni, laboratori e spettacoli aperti alla comunità universitaria e ai cittadini.

Convegni

La settimana ha inizio il 20 giugno, alle 11 nell'aula 1.1 del Polo Zanotto, con il convegno nazionale Shakespeare: un romantico italiano. All’incrocio di due anniversari (1616 e 1816), in programma anche il 21 e organizzato da Raffaella Bertazzoli, docente di Critica letteraria e Letterature comparate all’ateneo scaligero. Si prosegue il 22 e il 23 giugno, alle 9.30, nella Sala Convegni del palazzo della Gran Guardia, con il convegno internazionale All things changed to the contrary: Comic-Tragic Contiguities in the Verona Plays, organizzato dalle docenti di Letteratura inglese di ateneo Silvia Bigliazzi e Lisanna Calvi e dedicato a un’indagine sulla sperimentazione comico-tragica nella prima produzione di William Shakespeare. Infine, il 24, alle 9.30 nella sala Farinati della biblioteca Civica, appuntamento con Alessandro Serpieri, emerito di Letteratura inglese all’università di Firenze, che terrà la lezione Tempo e tempi d'amore con la lettura dei sonetti shakespeariani a cura del Teatro Scientifico.A seguire la tavola rotonda Performing Shakespeare.

Spettacoli

Il 21 giugno, alle 21 al teatro Ristori, si terrà l’anteprima nazionale dello spettacolo  Romeo e Giulietta - Q1 a cura del Teatrino Giullare, compagnia teatrale bolognese, con la traduzione di Silvia Bigliazzi. Il 22 e il 23 giugno, si terranno gli spettacoli finali di due laboratori teatrali, che si sono svolti a partire da metà maggio. Nello specifico, il 22 giugno alle 21, al Teatro Laboratorio dell'Arsenale, andrà in scena I due gentiluomini di Verona diretto da Pierpaolo Sepe e tradotto da Lisanna Calvi. Il 23 giugno, invece, alle 21 il teatro Ristori ospiterà Romeo and Juliet, diretto da Jacquelyn Bessell della Guildford School of Acting dell’università del Surrey, con la partecipazione straordinaria di Lindsay Kemp e la traduzione di Silvia Bigliazzi. La rassegna si concluderà il 24 giugno, alle 18, nel salone di Casa Boggian con il concerto "When thou, my music paly'st'. Shakespeare in musica", a cura di Verona Opera Academy con la partecipazione di Cecilia Gasdia e Quirino Principe.

La partecipazione agli spettacoli è libera e gratuita fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per informazioni è possibile consultare il programma nella pagina dedicata.