Da questa sera a domenica 29 aprile al Cohen Verona: Diego Alverà su Jimi Hendrix, Radoslav Lorkovic feat. Paolo Ercoli, Giacomo Toni, Folco Orselli e Roberto Morbioli Duo

cohenverona

Al Cohen di via Scarsellini 9, Verona, questa settimana:

Martedì 24 aprile 2018 ore 21.00
Music Stories. Diego Alverà racconta Jimi Hendrix
Narrazioni dal vivo di Diego Alverà, in collaborazione con Pensiero visibile e Osteria Futurista.
Quando la mattina di sabato 24 settembre 1966 scende le scalette dell'aereo che lo ha portato da New York a Londra James Marshall Hendrix è ancora un perfetto sconosciuto. Gli basteranno solo pochi mesi per conquistare Londra e il suo futuro. Ce lo racconta Diego Alverà sul palco del Cohen.

Giovedì 26 aprile 2018 ore 21.30
Cohen Jazz Club: Radoslav Lorkovic feat. Paolo Ercoli
Radoslav Lorkovic è un musicista incredibile. Nato a Zagabria si è trasferito a sei anni negli Stati Uniti ed è diventato presto un pianista e fisarmonicista eclettico, in possesso di un ampissimo spettro musicale grazie alla sua moltitudine di influenze che vanno da eleganti stili, dalla classica e jazz al blues, dal country al soul. Radoslav ha maturato uno stile unico e raffinato ed è diventato uno dei più importanti session man per i grandi cantautori americani. La sua riconoscibilissima fisarmonica rossa, in bilico tra sonorità balcaniche e messicane e le note malinconiche del suo pianoforte hanno fatto la fortuna di tanti artisti, sia dal vivo che su disco. Odetta, Jimmy LaFave, Greg Brown, Richard Shindell, Ellis Paul, Dave Moore, Bo Ramsey, Jackson Browne, Andy White, Ronny Cox sono alcuni dei songwriter con cui ha collaborato nella sua carriera trentennale che lo ha portato in tour dalle taverne del fiume Mississippi ai castelli dell’Italia, dalle Isole Canarie all'Alaska, dal Kennedy Center fino alla Carnegie Hall. Radoslav ha partecipato ai più importanti festival internazionali: Woody Guthrie Festival, WOMAD, Winnipeg, Calgary, Edmonton e Ottawa Folk Festival, Falcon Ridge Folk Festival, Mountain Stage, eTown etc etc. Oltre alla sua straordinaria attività di musicista e sideman, Radoslav Lorkovc ha realizzato diversi dischi da solista a cominciare dall’intimista Clear and Cold del 1990 fino all’ultimo disco live, A piano Odissey, datato 2013. Proprio dal vivo Radoslav Lorkovic tira fuori il meglio del suo repertorio, spaziando tra i vari generi musicali che lo hanno influenzato, alternando ballate a scatenati rock’n’roll. Nel 2017 l’etichetta italiana Appaloosa Records pubblica il suo nuovo disco intitolato The Po The Mississippi con la partecipazione di ospiti del calibro di Mary Gauthier, Andrew Hardin, Shawn Mullins, Jono Manson e molti altri.

Venerdì 27 aprile 2018 ore 21.30
Giacomo Toni
"Il nuovo disco si pone l’obbiettivo di rappresentare lo scintillio della provincia contemporanea. L’unica cosa che chiediamo è di dare una possibilità alla musica eterosessuale”. Questa la carta d’intenti del nuovo lavoro discografico di Giacomo Toni uscito ad otttobre per Brutture Moderne. L’inventore del PianoPunk, il cantautore nichilista innamorato dello smog, il difensore dell’etica dei centri massaggi cinesi e l’altra metà del progetto “Gli Scontati” è tornato sulle scene ad un anno di distanza dall’estemporaneo 45 Giri pubblicato da L’Amor Mio Non Muore.
“Prendete Paolo Conte e immergetelo in una vasca piena di LSD: otterrete le sue bizzarre narrazioni pianistiche” - Francesco Sacco (RollingStone)
GUARDA IL VIDEO "CUGINO MOTORIO PASTICCA"   https://youtu.be/YgNRnvd84K8

Sabato 28 aprile 2018 ore 21.30
Folco Orselli
STORIE E CANZONI BLUES DA MILANOBABILONIA
Il bluesman cantautore Folco Orselli continua il suo viaggio nei club e teatri italiani portando il suo spettacolo in solo (voce, chitarra e piano). Dopo il successo del tour 2017 (più di 100 date) ripropone la sua formula fatta di canzoni, racconti, entertainment e…blues. Ecco quello che dice del suo show " Un pianoforte, una chitarra e le mie storie. Lo spettacolo in solo è il contrario di quello che la parola lascia immaginare. Essere soli sul palco significa raccontare, cantare, suonare come se lo spettacolo fosse dedicato privatamente ad ognuno dei partecipanti, quindi si moltiplica e diventa un affollato scambio di confidenze.” Essere outsider significa per Folco ritornare allo spettacolo della vita, del cantastorie, della consumata capacità di essere stregoni e di saper stare sul palco, attraverso la complicità che in ogni concerto si crea con il pubblico che affolla le sue date. Dopo il successo di “Outside is my side” il suo quinto disco prodotto da Gino e Michele (produttori di Zelig, Su la testa, Anche le formiche nel loro piccolo si incazzano) continua l'outside tour, avrete di che divertirvi. 

Domenica 29 aprile 2018 ore 20.30
Roberto Morbioli Duo
Roberto Morbioli - Ha iniziato a suonare la chitarra da giovanissimo e a 15 anni ha scoperto la sua grande passoione per il blues. Dopo diversi anni di attività sulla scena della musica italiana, nel 1987 ha iniziato a suonare con la ‘Tao Ravao Blues Band’, con cui ha registrato il suo primo album: “From Madagascar To Chicago”. Nel dicembre del 1989 si è unito alla ‘Rudy’s Blues Band’ con la quale ha registrato l’album “Reason To Live”. Ha suonato ai più importanti festival europei: Amsterdam Blues Festival, New Orleans Music Festival in Ascona, Sanremo Blues Festival, etc. Si è esibito nei luoghi storici del blues negli U.S.A., come “Antone’s” ad Austin, Texas, dove ha condiviso il palco con artisti del calibro di “Anson Funderburgh” e “Sue Folley”. Nel 1991 fonda la sua band MORBLUS, con la quale ha suonato ai più grandi festival nazionali e internazionali. Nel 1998 è stato in tour negli Stati Uniti, dove ha suonato al B.B. King’s Bluesclub di Memphis e nei più famosi club americani. Roberto è l’autore dei testi e degli arrangiamenti musicali di tutte le canzoni della band MORBLUS: “Let The Good Times Roll”, “101% Pure Morblus”, “7 Days Of R&B”, “Push!” (Live), “Mrs. Miller” (co-prodotto con Massimo Bubola), “I Can’t Go Wrong” e “On the Way Back “(Live). La personalità e lo stile di Roberto Morbioli emergono in tutte le sue interpretazioni che, allo stesso tempo, ricordano lo stile dei grandi del blues come Freddy King, Albert King, B.B. King, Albert Collins, T. Bone Walker, Steve Ray Vaughn ed Eric Clapton. www.robertomorbioli.com

---------
      
PER INFORMAZIONI
Cohen 
Via Scarsellini 9, 37123 Verona
https://www.facebook.com/cohenverona