Da oggi con la riforma del processo penale stalking depenalizzato

Oggi diventa legge la riforma del processo penale voluta dal ministro della Giustizia Andrea Orlando.
La riforma va a depenalizzare alcuni reati in particolare quelli a querela revocabile, tra questi c'è anche lo stalkig. Basterà un risarcimento per estinguere il reato e annullare le misure cautelari, come il divieto di avvicinamento o l'obbligo di dimora, mettendo nuovamente in pericolo moltissime donne. Tutto questo anche senza il consenso della vittima. Infatti lo stalker potrà estinguere il reato pagando una somma se il giudice la riterrà congrua, versandola anche a rate.
Dopo la denuncia dei sindacati e dei centri antiviolenza il Ministro Orlando aveva promesso delle correzioni, che però non sono arrivate.

Associazioni e centri antiviolenza esprimono preoccupazione per settembre, quando riprenderanno i processi. Particolare inquietudine suscita la questione dell'estinzione del reato, come sottolineato da Antonella Faieta,  avvocata di Telefono Rosa: «Un imputato che quest'anno commette stalking contro, diciamo, Rosa e domani contro Margherita, ma lui paga ed estingue sempre il reato risulterà, quindi, non avere precedenti e vedrà cancellato il delitto. Senza contare, infine, l'aspetto economico perché così ci sarà una differenza tra gli stalker ricchi e quelli poveri, ma per fortuna questo è il solo punto che non ci preoccupa: questi individui non ci fanno pena, anzi».

In Italia, secondo i dati forniti dall'Istat, sono 3 milioni e 466 mila le donne che nell'arco della propria vita hanno subito stalking. Di queste, 2 milioni e 151 mila sono le vittime di comportamenti persecutori dell'ex partner. 

Depenalizzare lo stalking in un paese come l’Italia, dove ogni due giorni viene uccisa una donna, 120 i femminicidi  registrati nel 2016, appare come un atto di follia legislativa, senza contare il fatto che questa norma non farà che amplificare il senso di solitudine e sfiducia nella possibilità di trovare aiuto nelle istituzioni da parte delle donne vittime di stalking e violenza.