Corsi e Ri-Corsi

Enrico Corsi è il nuovo commissario straordinario dell'Ater. Cacciato da Tosi, trombato alle elezioni regionali "Enrico c'è" ritorna in sella grazie alla Lega ed alla Regione. Fantastica la dichiarazione del segretario provinciale della Lega, Paolo Paternoster, secondo il quale "...pochi come lui (Corsi) sono adatti a guidare l'Ater...". Ricordiamo Enrico Corsi affacendarsi dietro le magnifiche sorti del Traforo ed impostare le basi per la splendida cavalcata del Filobus. Ora si cambia e dovremo abituarci a vederlo in veste di "immobiliarista" gestire da par suo i circa 5 mila appartamenti di proprietà dell'Ater. Il suo primo obbiettivo è già pronto: dare le case prima ai veronesi ed ai veneti doc e poi ai migranti.

Un suggerimento al neo amministratore straordinario dell'Ater lo voglio dare io, in modo assolutamente gratuito: verifici i redditi dei molti veronesi che occupano appartamenti di proprietà dell'Ater e sbatta fuori tutti quelli che hanno redditi e proprietà sufficenti a permettersi appartamenti privati. Vedrà che troverà molte sorprese ed avrà la possibilità di liberare molti appartamenti da mettere a disposizione di coloro che vivendo nella nostra provincia, ne hanno davvero bisogno.