Cinema Africano tutto l'anno: Amr. storia di un riscatto

Questa sera, venerdì 12 gennaio alle ore 20.30, presso la Sala Africa dei missionari comboniani (Vicolo Pozzo, 1) verranno proiettati i corti Amr. Storia di un riscatto, Lodgers e Il potere dell'oro rosso. E' il primo appuntamento per la sezione dedicata al tema migratorio, dell’oramai storica e apprezzata VIAGGIATORI&MIGRANTI del Festival del Cinema Africano di Verona, che (novità della 37esima edizione) accompagnerà il Festival tutto l’anno. Ogni secondo venerdì del mese, da gennaio a maggio, la selezione dei film scelti dalla Direzione artistica del FCA.

Si inizia con i tre cortometraggi, due italiani e uno britannico-nigeriano, che mostrano storie di migrazioni differenti. Il primo, della registra italiana Maria Laura Moraci, racconta la storia di Amr. È lo stesso Amr, che con Moraci ha curato la sceneggiatura, a essere protagonista del corto raccontando sé stesso e il suo viaggio dall’Egitto, paese d’origine, all’Italia. AMR. STORIA DI UN RISCATTO mostra il percorso di Amr Sallam, 31 anni, laureatosi in Egitto e arrivato in Italia nel 2008, mosso dal desiderio di andare a vivere a Roma per inseguire i propri sogni. Sogni ben presto infranti a causa delle ingiustizie e dei soprusi subite per mano di un capo sfruttatore, fino, grazie anche all’incontro con l’amore, alla riscoperta dei propri diritti e della dignità di essere umano, che lo condurrà finalmente al riscatto personale.

Il secondo corto, LODGERS, del regista britannico-nigeriano Keni Ogunlola, racconta la storia degli Oghenekharos, una coppia di professionisti nigeriani, che si sono lasciati alle spalle una vita agiata in Nigeria e sono approdati in Inghilterra. Sono fiduciosi, altamente qualificati, e anche arroganti. Le loro speranze sono elevate e la loro preparazione ineccepibile, entrambi mirano in alto nelle rispettive professioni. Tuttavia, siccome la vita nel Regno Unito lentamente cambia, il vero valore delle loro notevoli competenze e l’enorme esperienza nigeriana pesano molto meno di quel che avevano sognato.
A chiudere la serata sarà il cortometraggio italiano del regista Davide Minnella, IL POTERE DELL’ORO ROSSO, in cui si racconta dell’incontro-scontro tra Rocco e Asad. Il primo è un burbero contadino pugliese, il secondo, un giovane bracciante africano appena sbarcato sulle nostre coste. La convivenza forzata e la totale incomprensione linguistica renderanno sempre più complicato il loro rapporto… sino a quando Asad, grazie ai suoi metodi ‘made in Africa’ farà accadere qualcosa di davvero inaspettato.
 
Ad accompagnare il dibattito in sala sarà Luciano Carpo, responsabile dell’Area Formazione di Migrantes Vicenza.

IL COSTO DEL BIGLIETTO PER ASSISTERE ALLE PROIEZIONI È DI 5 EURO.

Prossimi appuntamenti:

  • 9 febbraio con Behind foreign bars
  • 9 marzo con Noi, i neri
  • 13 aprile con Patience, patience, t’iras au paradis!
  • 11 maggio con Ghetto psa e Aji-bi les femmes de l’orloge