Chemical Brothers all’Hydrogen Festival ballano con ottomila persone. Il Live Report di Radio Popolare Verona

CB

Chemical Brothers - Piazzola Sul Brenta - Hydrogen Festival 

Tom Rowlands, la metà del duo chimico di Manchester, “incendia” Piazzola sul Brenta con uno show di musica elettronica e visual art.

Non c’eravamo neppure accorti che dietro tutta quella strumentazione infernale ci fosse solo Tom Rowlands, uno dei fratelli chimici più famosi al mondo, l’altra metà del duo, Ed Simons  non può partecipare al tour del nuovo album perché impegnato in progetti da solista.

Poco importa, le loro creazioni elettroniche sono il frutto di vent’anni di carriera e il Pubblico di piazzola sul Brenta è esploso in una danza scatenata sin dal primo istante.

Il concerto si apre con una delle hit più famose “Hey boy, hey girl” che crea subito l’atmosfera giusta,  poi la scaletta procede cucita perfettamente, brano dopo brano, dalle mani di Rowland che come un mago del futuro mischia canzoni e campionamenti con mani abili manovrando una roccaforte di strumentazioni.

Fondamentale la parte visiva dello show che si fonde e si sincronizza perfettamente con la musica, un vero spettacolo di laser, luci e immagini 3D.  Ad un certo punto, tra le esplosioni di colori, si sono materializzati sul palco due robot giganti che si muovevano e sparavano laser dagli occhi… il pubblico era incandescente!

I tre brani  del prossimo disco inseriti nella scaletta non tradiscono il marchio di fabbrica dei fratelli chimici, musica elettronica calda, che ti fa ribollire il sangue e non riesci più a smettere di ballare!

Live Report a cura di Marta.