Buzzati e il “meraviglioso mestiere"

Buzzati e il “meraviglioso mestiere" è il titolo dell'incontro di sabato 19 alle 17 nel Piccolo Teatro di Giulietta, omaggio finale a Dino Buzzati nell’ambito delle Giornate buzzatiane che hanno fatto da corollario alla prima nazionale del Deserto dei Tartari in scena al Nuovo fino a domenica 20.

La definizione “meraviglioso mestiere” fu coniata dallo stesso Buzzati in un memorabile elzeviro scritto per il Corriere. A parlarne saranno Marzio Breda, giornalista del Corriere della Sera, Stefano Cortina (figlio di Renzo, noto gallerista milanese che dalla metà degli anni Sessanta fece conoscere l'opera di Buzzati pittore promuovendo mostre in tutta Italia), il regista Paolo Valerio e la giornalista Maria Teresa Ferrari che condurrà anche l'incontro. Gradito ospite dell’evento sarà Milo Manara, tra i più apprezzati autori del panorama fumettistico italiano. «Ho – ricorda Manara sul Corriere – un grande debito nei confronti di Dino Buzzati, perché forse, senza di lui, non avrei fatto questo mestiere. Quando decisi di dedicarmi al fumetto, sia per gli studi che per l'educazione ricevuta, sentii questa scelta come una specie di retrocessione. Passare dalla pittura a un genere considerato all'epoca di serie B mi sembrava un tradimento, un gettare la tonaca alle ortiche. Invece, proprio la scoperta del suo Poema a fumetti, opera per me cruciale, mi fece ricredere: il fumetto aveva una sua nobiltà e il mio non sarebbe stato un passo indietro». Oltre a testimonianze, ricordi e letture dedicate a Buzzati giornalista, che per il suo Deserto prese ispirazione proprio dal lavoro di redazione al Corriere dove il tenente Drogo – in realtà, ognuno di noi –  aspettava la “grande occasione”, saranno proposti  alcuni video curati da Riccardo Ricci. Video che ci porteranno nell'universo buzzatiano e in particolare nella sua amatissima pittura. Inframezzati a stralci di interviste e a riflessioni dello stesso Buzzati, ci saranno gli intensi ricordi di Almerina che dipingono il loro primo incontro e l'uomo Dino, con le sue passioni e le sue debolezze. Toccanti testimonianze, filmate nei luoghi a lui cari, dalla bellissima casa di Milano all'amata Cortina.

Inoltre, fino al 25 marzo dalle 8,30 alle 19,00 (esclusi sabato e domenica) presso lo Spazio UniCredit Art Gallery a Verona in via Giuseppe Garibaldi 1, mostra fotografica  Valli mai viste... un’«altra Venezia, quello strano paesaggio che Buzzati ha nell’anima a cura dell’Associazione Internazionale Dino Buzzati.

Info: Teatro Nuovo, tel. 0458006100.