Bastion Teatrò

Giovedì 14 luglio, alle ore 21.15, partirà Bastion Teatrò, la nuova rassegna organizzata da Teatro Impiria e Legambiente con il patrocinio del Comune di Verona ed Amia. Quattro appuntamenti nell'affascinante cornice del Bastione San Francesco di Verona (Via Dell'Autiere), recuperato da Legambiente e restituito da poco alla comunità. Una rassegna che è un invito a riscoprire uno dei luoghi architettonici e paesaggistici più importanti della città. Sarà il teatro a dar voce a quanto resta della cinta cinquecentesca veneziana con spettacoli legati alle tematiche ambientali e sociali, un omaggio al dimenticato sodalizio dell'uomo con la storia e la natura e al problematico e sempre più complesso rapporto con la società che lo circonda.

Lo spettacolo d'apertura sarà la fiaba cimbra scritta da Raffaello Canteri "Gissa Màissa", che andrà in scena dal 14 al 16 luglio. Con un linguaggio onirico e straniante, in una messinscena evocativa di suggestive atmosfere selvatiche e poetiche, avviene l'incontro tra il cimbro Konrad e la fada Gissa Màissa, che educa il montanaro al vivere civile, insegnandogli il canto, la danza e il sapere. Per amore, solo per amore. Le parole diventano cose, magicamente. Ma nelle mani dell'uomo e per il suo egoismo tutto si trasforma, fino al sorprendente epilogo finale.
Si proseguirà poi dal 27 luglio al 30 luglio e dal 3 al 6 agosto con "Ali - Una Strada Lastricata di stelle" scritto e diretto da Andrea Castelletti, con l'aiuto regia di Emma Zanetti. Al suono della campanella, una ragazzina dimenticata a scuola dai genitori ed un bidello si trovano soli nel deserto di corridoi e aule vuote. Un po' per gioco un po' per avventura, sulle ali della fantasia faranno vivere le pagine più belle di Antoine De Saint-Exupery tratte da "Volo di notte" , "Terra degli uomini" e "Il Piccolo Principe". In un compenetrarsi di azioni e situazioni, in bilico tra il sogno ed il racconto, lo spazio attorno a loro si trasformerà in cieli di nubi, strade di stelle, cordigliere di monti, oceani di onde e sconfinati deserti sahariani.
Il terzo appuntamento sarà il 18 e il 19 agosto con "Il Ragazzino e la Bicicletta", di Michele Marziani. Una storia che ha il sapore di una favola contemporanea, poetica e reale, di sorprendente attualità. Nella bottega di un vecchio meccanico di biciclette entra un bulletto di quartiere trascinando la sua bici bucata. Scoprirà un mondo di ferri, gomme, manubri, grasso e sudore. Un mondo dove si incrociano storie, amori, ricordi, popoli e filosofie. Per tutte le vacanze estive, il ragazzino si troverà a trascorrere le sue giornate nell'officina meccanica, affascinato da quel mondo e dalla seduzione della vecchia bicicletta "Umberto Dei". Le vicende si tingono poi di giallo per il racconto dell'aiutante di bottega, uno studente afgano. 
Chiude la rassegna, il 9 e il 10 settembre,lo spettacolo "Ultima Chiamata" liberamente ispirato dal film "Phone Booth", per la regia di Andrea Castelletti.Un thriller teatrale costruito sul filo del telefono, a cui è appesa la vita di tutti i personaggi. Una telefonata imprigiona un ambizioso politico in una cabina telefonica, che si trasfigura in un moderno confessionale. Ma l'intera platea diviene scenario di imprevedibili accadimenti, portando il pubblico a chiedersi da quale parte stare.

Il bastione di San Francesco
Il bastione di San Francesco è in concessione onerosa a Legambiente Verona dal 2012 dal Demanio. Già nel 2007 Legambiente inizia il recupero di parte del bastione attraverso iniziative come Puliamo il Mondo, ripulendo l'area da baraccopoli e bivacchi proliferati nella più completa incuria. Dal 2012 inizia l'avvio di un'opera di bonifica radicale che ha riportato la Piazza Bassa alla bellezza originale con il ripristino della pavimentazione nonché l'allestimento di un'area spettacoli. Il bastione viene inaugurato il 18 luglio 2014, da quella data continua il recupero di tutto il bastione.

Info:Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.15. 
Il costo del biglietto d'ingresso è 10EUR, gratuito under 16 e ridotto 7EUR per chi viene in bicicletta. Servizio bar interno.
Si segnala che la disponibilità dei posti è limitata, raccomandando pertanto la prenotazione contattando il Teatro Impiria(3463566425, segreteria@teatroimpiria.net) oppure Legambiente Verona (0458009686).
Tutto il calendario, indirizzi e informazioni sono disponibili scaricando l'app Teatro Impiria o sul sito www.teatroimpiria.net.