Altromercato Campus al Polo Santa Marta

Altromercato, la maggiore organizzazione di Commercio Equo e Solidale in Italia, con il patrocinio del Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università di Verona, organizza la prima edizione di Altromercato Campus#AMcampus.

Sabato 10 giugno, a partire dalle ore 11.00 nella cornice del Polo Universitario Santa Marta a Verona (via Cantarane 24), una giornata di incontri e dibattiti, aperti al pubblico e dedicati soprattutto ai giovani, per riflettere e confrontarsi sul ruolo delle imprese sociali in economia e sul tema dell’economia d’impatto. Questi gli appuntamenti:

- Alle ore 11 “La giusta economia spiegata ai miei amici”: un confronto tra punti di vista apparentemente molto diversi tra loro, per offrire spunti di riflessione sul tema delle giuste pratiche in ambito economico. Parteciperanno Cristiano Calvi, Presidente di Altromercato, Prof.ssa Francesca Simeoni, docente del Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università di Verona, Ing. Plinio Agostoni, vice Presidente ICAM S.p.a., Prof. Federico Testa, Presidente ENEA, Yvan Sagnet, scrittore ed esperto di filiera etica e diritti. 

- Alle ore 14 “Nuove sfide per un’economia che cambia: economia circolare e sharing economy”: un incontro con esperti del settore per approfondire l’impatto positivo dell’economia circolare e del consumo responsabile per affrontare le sfide del mondo che cambia. Interviene, tra gli altri, Andrea Monti, direttore generale di Altromercato.

- A seguire, in conclusione, l’incontro “Trent’anni di cooperazione Altromercato: esperienze e sfide per il futuro”, per raccontare come e perché nascono i progetti di Cooperazione, quali le difficoltà del lavoro sul campo e quali i benefici per i Produttori, attraverso tante esperienze e best practice dalla voce dei produttori, provenienti dal Sud del Mondo e dall’Italia, e delle persone dell’Unità Cooperazione e Sviluppo Altromercato.

La giornata sarà una importante occasione di incontro e conoscenza della realtà e dei progetti di Altromercato, che rinnova con questa iniziativa la propria propensione per la partecipazione, con l’obiettivo di realizzare un vero cambiamento sociale e creare insieme un mondo più equo e sostenibile.