Al Teatro Laboratorio in scena il dialogo tra generazioni con La casa del Giocattolo

Venerdì 22 aprile ore 21 al Teatro Laboratorio (ex Arsenale)  è di scena La Casa del Giocattolo di Jacopo Squizzato che firma anche la regia. Il dialogo tra le generazioni e il tema della genitorialità sono al centro di questo spettacolo che porta sul palco la realtà di una famiglia e le sue ombre.  

Protagonisti della pièce sono Mariuccia e i suoi figli, Katia e Jacopo, che, dopo il ritorno di Katia, si ritrovano nella loro casa, testimone e simbolo del tempo che passa e dello status familiare. In quella casa, attraverso il gioco, i personaggi entrano in relazione, si affrontano e si sfidano: nella prima parte dello spettacolo, i momenti ludici tra madre e figlia si trasformano in un vero e proprio gioco al massacro, mentre, nella seconda parte, Jacopo, da solo sul palco, si ritrova ad affrontare se stesso e il rapporto con il padre assente. Il risultato è uno spettacolo in grado di parlare a diverse generazioni: «Un luogo dove passato, presente e futuro si allenano a restar vivi,  una sfida al massacro dove attraverso l'uso dei giocattoli si dice ciò che esaspera il respiro e martella i pensieri».

Protagonisti sulla scena Katia Mirabella, Paola Compostella e Jacopo Squizzato, compagnia Need Teatro.