Al Teatro Laboratorio Amleto? nella prospettiva di Ofelia

Venerdì 27 marzo ore 21 al Teatro Laboratorio (Verona, ex arsenale asburgico) è di scena Amleto?, testo e regia Carmen Giordano.

Un'ipotesi intorno al testo shakespeariano, il dubbio come veicolo di analisi intorno e sul presente, un laboratorio di idee e passioni, un affondo shakespeariano che scandaglia la tragedia di Amleto, soprattutto ma non solo, nella prospettiva di Ofelia.
Amleto è una domanda che nasce dalla visione di uno spettro. Lo spettro è il momento in cui guardiamo dentro noi stessi. Ci sbatte in faccia quello che possiamo essere. Noi sappiamo quello che siamo, non sappiamo quello che possiamo essere. Amleto è soggetto e oggetto della domanda, come ognuno di noi. Per tutti c’è un mistero nella realtà.

Due attori in uno spazio nudo provano Amleto. Sprofondano nel testo, squarciano scene, scavano immagini e prendono derive sorprendenti. Due vite alla prova. Amleto e Ofelia. Essere e non essere. Attori e personaggi. I piani si confondono, come vita e teatro. La vita si riversa in scena per lasciare una traccia, un’eco di sé. Il montaggio è nella testa dello spettatore. Ognuno trova un pezzo di sé. L’eco di una domanda cui non ha risposto.

Con Stefano Detassis e Maura Pettorruso.
 Uno spettacolo di Macelleria Ettore, produzione Trento Spettacoli col sostegno di Fringe Napoli Teatro festival 2013 e Fondazione Campania dei Festival.

Ingresso euro 10/8,00, euro 1+1 per persona disabile e accompagnatore.
Il Teatro Laboratorio, accessibile alle persone con disabilità, fa parte dei teatri 10 e lode/Dismappa.

Info e prenotazioni 045 8031321 – 346 6319280 www.teatroscientifico.com