Aggiornamenti sul bando per il Giarol Grande

Riceviamo da Vittorio Tonolli, Presidente del Comitato Giarol Grande, gli aggiornamenti relativi al bando per il Giarol Grande, che puntualmente vi restituiamo.

Bando Giarol Grande: una sola offerta presentata con progetto didattico agricolo e sociale già visionato dall'ufficio competente. Su tale offerta non c'è ancora un parere ufficiale. La busta contenente l'offerta economica è ancora sigillata poiché si presume essere inferiore alla base d'asta proposta dal Comune. La giunta pertanto, con un parere dell'Ufficio Estimo, dovrà esprimersi sulla possibilità di assegnare il fondo con un affitto (di molto? ndr) inferiore alle loro aspettative.
Tempi decisionali medio brevi... Qualche settimana ? Vedremo.

La vicenda ci da ancora una volta ragione, permangono valide le criticità che avevamo sollevato fin dall'inizio:

1. Il bando andava costruito come Progetto Sociale e non agricolo. L'ostacolo maggiore infatti, per chi aveva serie intenzioni di partecipare è stata proprio la disponibilità di avere nel progetto un agricoltore professionale che si assumesse il rischio totale del progetto.

 L'unica offerta prodotta infatti, è proprio quella in cui è presente l'azienda agricola che per tutti questi anni ha gestito il fondo (Cooperativa 8 Marzo). Gestione discutibile, come abbiamo molte volte evidenziato, con 700.000 euro di finanziamenti ricevuti dal Comune.  

2. Il bando andava costruito valutando solo il progetto sociale e didattico, senza l'aspettativa di un ritorno economico (l'intenzione esplicitata diretta mente dall'Amministrazione era quella di fare cassa).

Il ritorno economico per il Comune su un fondo così complesso da gestire non può essere limitato al solo affitto per fare cassa. Ma valutato in base a quanto un progetto ben congegnato potesse portare benefici ai cittadini e ai quartieri limitrofi.

La visione miope di questa Amministrazione la costringe in questo momento a decidere se assegnare il fondo (per pochi spiccioli? ndr) ad un unico progetto rimasto in piedi o ricominciare da capo.

Le indiscrezioni ci dicono che nel progetto presentato sono coinvolti la Cooperativa 8 Marzo ( ultimo gestore del fondo), la Cooperativa Biosfera ( educazione ambientale) e la Società che detiene la proprietà delle ex officine ferroviarie di Porto San Pancrazio ( sulla cui zona vi è un progetto di riqualificazione).

Sarebbe interessante un contatto con questi soggetti per capire se anche noi come Comitato Giarol Grande ( ovvero come cittadini) possiamo avere un ruolo nella vicenda. 

Intanto la fattoria è abbandonata, soggetta a furti di rame e i cittadini attendono inermi.

Vittorio Tonolli
Presidente del Comitato Giarol Grande

comitatogiarolgrande@gmail.com
www.giarolgrande.it
Giarol Grande il nostro giardino (gruppo facebook)