8 marzo, quante storie! a cura di Maria Geneth

Continuano gli incontri organizzati dall'Università itinerante/AUSER di Verona, coordinati dal Collettivo Culturale Tambien, il 6 marzo  protagonista dell'incontro sarà Maria Geneth presidente dell'Associazione Culturale Femminista il Filo di Arianna che interverrà sul tema Non sempre per sempre ovvero come cambia la società italiana con la legge sul divorzio.

Nell'arco di un secolo in Italia sono cambiati i rapporti tra i sessi, la struttura della famiglia, i diritti e il ruolo di donne e uomini nella società. Il principio dell'eguaglianza giuridica dei sessi nasce con la Rivoluzione francese, ma è col Novecento che nel diritto pubblico e privato del nostro Paese tale principio trova applicazione. Nel 1919 l'abolizione della legge della potestà maritale, nel 1945 il voto alle donne, nel 1970 la legge sul divorzio, nel 1975  la Riforma del diritto di famiglia, sono alcune delle tappe di questo percorso di emancipazione, che dà la possibilità di ripensare al tema Chi è una donna? Chi è un uomo? Qual è il loro ruolo nella società?

Così si presenta Maria Geneth sul sito dell'associazione Il Filo di Arianna: «Sono una femminista e faccio la ginecologa. Fin da piccola mi sono data da fare perché la mia vita si dipanasse fuori dalle mura di casa. Da giovane ero certa che il mondo sarebbe cambiato secondo il mio progetto e grazie all’azione mia e di chi la pensava come me. Così non è stato, ma riesco ancora a trovare buoni motivi per pensare, discutere, progettare, concretizzare, indignarmi, ridere».

L'appuntamento è per venerdì 6 marzo alle 15,30 presso il Centro Civico Nicola Tommasoli, Via Perini 7, Borgo Santa Croce a Verona.
Ingresso libero.